Vaccino Johnson & Johnson, a metà aprile in Italia: in arrivo 400mila dosi

Il vaccino Johnson & Johnson è pronto a sbarcare in Italia. Infatti a metà aprile arriveranno 400mila dosi del siero statunitense: non ci saranno ritardi.

Vaccino Johnson Italia
In arrivo il siero statunitense in Italia (via Getty Images)

Una buona notizia per l’Italia arriva dal vaccino Johnson & Johnson, infatti, la consegna delle prime dosi del siero statunitense non tarderanno. Stando al sottosegretario costa, infatti, a metà aprile arriveranno 400mila dosi del vaccino monodose, ossia in grado di immunizzare contro dal Covid con una sola somministrazione. Inoltre il vaccino è il primo ad essere testato su tutte le varianti ed ha un’efficacia del 67%, mentre sale a 90% nei casi di ospedalizzazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Minacce di morte al ministro Speranza: quattro indagati

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenuto durante la trasmissione di Rai 3 ‘Agorà’ ha poi annunciato: “Martedì scorso è arrivato oltre un milione di vaccini Pfizer, giovedì 500mila di Moderna e questa mattina 1,3 mln di AstraZeneca. Il trimestre decisivo sarà quello che inizierà proprio in questi giorni. Da metà aprile ci sarà la consegna del J&J con 7 milioni di dosi previste per il trimestre“. Come detto, però la grande novità è che queste 7 milioni di dosi serviranno ad immunizzare altrettante persone.

Vaccino Johnson & Johnson, a metà aprile in Italia: “Va recuperato rapporto di fiducia con gli italiani”

Vaccino Johnson Italia
Il siero immunizzante statunitense arriverà in Italia (via Getty Images)

In merito alla consegna dell’immunizzante di Johnson & Johnson, il sottosegretario alla salute Andrea Costa ha affermato come l’arrivo del nuovo siero servirà a rinnovare il rapporto di fiducia con gli italiani. Infatti dopo il caos AstraZeneca ed il ritardo nelle consegne è crollata la fiducia degli italiani nei confronti del vaccino. Ma non solo, nei prossimi mesi avremo anche un rinnovo del piano vaccinale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> La Campania resta zona rossa, indice Rt ancora troppo alto

Infatti il Governo ha ricordato che saranno ampliati sia i punti vaccinali che i vaccinatori. La buona notizia però arriva dal numero di dosi somministrate, infatti si è passati dalle 60mila somministrazioni giornaliere ad 200-250mila vaccinazioni al giorno. Inoltre il Governo ha ribadito il suo obiettivo di arrivare a circa 500mila vaccinazioni giornaliere a partire da metà aprile. Così in un momento difficile, Costa invita la politica ad unirsi intorno alla campagna vaccinale, per raggiungere quanto prima l’immunità di gregge.