Calciomercato Inter, doppia strategia per il dopo Handanovic: gli obiettivi

Calciomercato Inter, doppia strategia per il dopo Handanovic tra i pali. I nomi e gli obiettivi del club nerazzurro come prossimo portiere.

calciomercato Inter
Handanovic e Buffon (Getty Images)

Samir Handanovic è il portiere e capitano dell’Inter capolista. In nerazzurro dal 2012, mai come in questa stagione intravede la possibilità di mettere in bacheca il primo trofeo di squadra della sua carriera. Il suo contratto ha scadenza 30 giugno 2022, l’ultimo prolungamento è arrivato pochi mesi fa (settembre 2020). Eppure il portiere sloveno sente di poter dare ancora tanto alla formazione nerazzurra, soprattutto se dovesse arrivare il tanto atteso titolo di campioni d’Italia a fine stagione. Il suo obiettivo è prolungare ancora il contratto, spostando la scadenza – come riferisce l’edizione odierna di Tuttosport – a giugno 2023. Il club intanto si guarda intorno per decidere la migliore strategia: Handanovic dà garanzie e affidabilità, ma a luglio compirà 37 anni. Per questo motivo, l’Inter non vuole farsi trovare impreparata e valuta già il portiere per il prossimo futuro.

LEGGI ANCHE –> Napoli, da titolare a uomo di troppo: nel suo futuro c’è l’Inter 

Calciomercato Inter, tutti i nomi per il dopo Handanovic

calciomercato Inter
Handanovic (Getty Images)

Al di là del possibile rinnovo di Handanovic per un’ulteriore stagione a Milano, l’Inter valuta altri profili. La società ha una doppia strategia: la prima strada è quella di proseguire appunto con Handa e affiancargli un vice non ingombrante come Ionut Radu (attuale secondo portiere); la seconda porterebbe il club ad un investimento importante su un profilo giovane ma con esperienza in Serie A. I nomi riportati dal quotidiano sono cinque: Musso, Cragno, Meret, Gollini e Audero.

LEGGI ANCHE –> Wanda Nara, scatto intimo: “I segreti della mia bellezza”

L’Inter sta puntando molto su una rifondazione “italiana” della squadra dopo gli ultimi anni in cui l’undici titolare era diventato quasi totalmente straniero. La decisione sulla strategia da adottare sarà presa anche in base alla società: resterà Suning con nuove risorse economiche oppure farà il suo ingresso una nuova proprietà, tutto potrebbe cambiare anche in sede di calciomercato.