WhatsApp due messaggi mettono in pericolo gli utenti: l’avvertimento

Due messaggi sospetti mettono in pericolo gli utenti di WhatsApp. Arriva l’avvertimento per l’utenza da una multinazionale: ecco come difendersi. 

WhatsApp pericolo utenti
Nuovo pericolo in arrivo sull’app di messaggistica (via Screenshot)

Altro pericolo per gli utenti di WhatsApp, l’applicazione di messaggistica che sta attraversando un anno a dir poco difficile. Infatti adesso arriva l’avvertimento di due catene di supermercati, che che si discostano da due messaggi di presunti buoni sconto regalati agli utenti. La prima è la Coop che sul proprio sito ha rilasciato uno slogan in cui afferma: “Non aprire messaggi di questo tipo, proteggi i dati della tua carta di credito“. Infatti il messaggio in questione avverte di un buono in regalo di 100 euro.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WindTre, offerta per i giovani a prezzo stracciato: info e costi

Il messaggio è molto simile a quello che ha coinvolto anche l’Esselunga nei mesi scorsi. Anche in quell’occasione, la catena di supermercati si dovette difendere dalla truffa, con un comunicato ufficiale. Mentre invece il secondo messaggio che riguarda la Coop parla di una presunta ‘carta regalo, che si potrà ottenere inoltrando il messaggio ad almeno 5 gruppi WhatsApp o 20 contatti. Ovviamente l’unico consiglio che possiamo darvi è di ignorare il messaggio e bloccare il contatto in questione.

WhatsApp, non solo pericoli per gli utenti: arriva una nuova tegola

WhatsApp tegola motivo
La risposta di Menlo Park alla richiesta indiana (via Screenshot)

Ma nella giornata di ieri un’altra batosta direttamente dall’India. Infatti il paese ha chiesto il tracciamento di ogni singolo messaggio presente sull’applicazione. A motivare la scelta dell’India è proprio la difesa della privacy dei cittadini indiani. Però allo stesso momento, solamente il paese in questione conta più di 400 milioni di utenti attivi all’interno dell’applicazione di messaggistica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Trump torna sui social con una piattaforma tutta sua: l’annuncio

Ovviamente però la risposta di WhatsApp è stata negativa, ricordando che è impossibile tracciare ogni singolo messaggio data la grande mole di utenti al suo interno. Ma la richiesta dell’India è dovuta anche ad una nuova legge che impone ai social con più di 5 milioni di utenti attivi, di fornire alle autorità le tracce di tutti i messaggi spediti e poter così risalire alla persona che li ha inviati. Con molte probabilità, però, WhatsApp confermerà la risposta negativa, visto i troppi utenti al suo interno.