Pfizer, un milione di dosi distribuite in 24 ore: lo conferma Figliuolo

Tra le tanti dosi da distribuire, anche il vaccino Pfizer rientra tra quelli di interesse cruciale. Le conferme arrivano anche dal commissario Figliuolo.

Pfizer
Arrivano novità importanti per il vaccino Pfizer (Getty Images)

Accelera la distribuzione del vaccino Pfizer in Italia. Come confermato questa mattina dal commissario straordinario Figliuolo a margine della riunione a Palazzo Chigi. L’incontro ha visto la presenza anche del presidente Draghi e del capo della Protezione Civile Curcio.

Leggi anche-> AstraZeneca, la decisione dell’Ema sul vaccino

L’obiettivo comune è quello di continuare su questa strada, dando impulso alla distribuzione delle dosi. Il vaccino è destinato soprattutto alle fasce più a rischio, che comprendono gli anziani e quelle maggiormente vulnerabili al Covid-19.

Pfizer, in corso la distribuzione

Attualmente sono 2,8 milioni le persone che si sono vaccinate con la dose di Pfizer. Una tendenza destinata a salire, come fanno sapere dall’Ufficio dello stesso Commissario. Dal quale fanno sapere che ulteriori distribuzioni si avranno nelle prossime 24 ore.

Leggi anche-> Moderna, arrivato in Italia il lotto più consistente di dosi del vaccino

In particolare arriveranno un milione di dosi, suddivise nelle varie Regioni. E’il lotto più consistente, che permetterà di dare un’ulteriore spinta alla campagna vaccinale. Negli scorsi mesi sono state vaccinate circa 6,5 milioni di persone tenendo conto di tutte le dosi disponibili dalle varie aziende farmaceutiche.

Attivato anche un migliore coordinamento

Pfizer
L’obiettivo è aumentare la velocità della campagna vaccinale (Getty Images)

L’obiettivo è quello di arrivare a 7,5 milioni di vaccinazioni entro il mese di marzo. Per fare ciò occore anche un  maggiore coordinamento tra gli enti. Cosa che non sempre si è verificata e che ha portato a ritardi sulla tabella di marcia.

Per questo Draghi vedrà nelle prossime ore la Ministra per gli Affari Regionali Maria Stella Gelmini. Con quest’ultima verrà discussa l’implementazione del piano vaccinale, in modo da permettere una tempestiva risposta e coordinamento alle esigenze dei vari territori.