Coronavirus, il bollettino di oggi 22 marzo

Coronavirus Italia, il bollettino Covid di oggi 22 marzo: contagi, positivi, guariti e morti a livello nazionale nelle ultime ventiquattro ore.

bollettino coronavirus oggi
Bollettino coronavirus 22 marzo.

Il Covid in Italia torna a colpire nella maniera più dura. I ricoveri nei reparti degli ospedali italiani tornano sopra la soglia di allerta del 40%. Le terapie intensive sono al 38%, da due settimane sono oltre il livello di allerta del 30%. 12 Regioni hanno superato questa soglia critica: ecco quanto mostrano i dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) in base ai dati raccolti ieri.

LEGGI ANCHE –> WhatsApp, nuova incredibile funzione: ma non sarà per tutti

Il bollettino coronavirus di oggi

bollettino coronavirus oggi
La situazione coronavirus in Italia (via Screenshot)

Il bollettino coronavirus di oggi: 13.846 contagi, 386 morti, 32.720 guariti. Il numero di tamponi effettuati nelle ultime ventiquattro ore è in netto calo rispetto ai giorni precedenti: 169.196 tamponi, tasso di positività in aumento a 8,2% (+0,9%).

+62 terapie intensive | +565 ricoveri


Il vaccino AstraZeneca è sicuro e altamente efficace. La nuova conferma arriva dalla sperimentazione statunitense, come riporta la BBC. 32 mila volontari (principalmente in America, ma anche in Cile e Perù), non sono stati riscontrati problemi di sicurezza riguardo i coaguli di sangue. Un quinto dei volontari aveva più di 65 anni, il vaccino è stato somministrato in due dosi a distanza di quattro settimane. La protezione ottenuta risulta la stessa di quella dei gruppi di età più giovane.

In Europa, invece, crolla la fiducia nel vaccino Oxford-AstraZeneca: il 43% degli italiani non lo considera sicuro; la percentuale sale oltre il 50% tra francesi, tedeschi e spagnoli. La Gran Bretagna è l’unico Paese in cui la fiducia nel vaccino è rimasta alta, non a caso è il solo stato in cui le somministrazioni non si sono mai fermate. Qui tre quarti della popolazione è convinta che il vaccino sia sicuro ed efficace, metà della popolazione adulta è già stata vaccinata.