Maria De Filippi, sospesi ‘Amici’ e ‘Uomini e Donne”: il motivo

I noti programmi della conduttrice Maria De Filippi, sono stati sospesi. Non andranno in onda quindi ‘Amici’ e ‘Uomini e Donne’, programmi molto seguiti sulla rete Mediaset.

Maria De Filippi
Sospesa la programmazione di alcuni programmi su Mediaset

Maria De Filippi non andrà in onda questo giovedì. Non ci sarà quindi la solita programmazione, costituita da ‘Amici’ e ‘Uomini e Donne’. Come riporta il portale Davide Maggio, le trasmissioni sono già state registrate e non andranno in onda con il ricordo delle vittime del Covid.

Leggi anche-> Sanremo 2022, spunta un conduttore inaspettato: la clamorosa indiscrezione

Il prossimo 18 marzo, infatti, è stata istituita la giornata per il ricordo delle vittime del coronavirus. Lo stop è dovuto anche ad un altro episodio, avvenuto sempre in un altro programma delle reti Mediaset.

Maria De Filippi, azione legale contro ex concorrente

Maria De Filippi
Amici non andrà in onda giovedì

Il tutto nasce da una frase pronunciata da Pietro Delle Piane, ex concorrente di Temptation Island. A suo modo di dire, la trasmissione sarebbe del tutto artefatta. Inoltre lui avrebbe recitato per l’intero programma, recitando quindi una parte e asserendo come il suo agire non fosse genuino.

La società Fascino, che detiene i diritti del programma, è posseduta al 50% proprio da Maria De Filippi. La stessa ha intrapreso un’azione legale contro l’attore italiano, che avrebbe reso delle dichiarazioni non genuine.

Diffusi anche video del programma

Ma la situazione non sarebbe finita qui. Infatti alcuni video pubblicati sul profilo Instagram di Temptation Island incastrerebbero l’ex fidanzato di Antonella Elia. Smentendo in pieno quanto dichiarato dallo stesso a Barbara d’Urso.

Leggi anche-> Amadeus afflitto: “Il mio errore più grande, non me lo perdonerò mai”

Questi filmati non sono mai stati mandati in onda. Sarebbero quindi degi inediti, tesi a smontare la tesi dell’attore. Si attendono ulteriori sviluppi sulla vicenda. Sarà infatti il tribunale a dirimere la lite tra le parti, con un probabile risarcimento danni ad essere oggetto della contesa.