Gabigol arrestato in Brasile: festa in un casinò clandestino con 200 persone

Gabigol arrestato in Brasile: il calciatore del Flamengo partecipava ad una festa in un casinò clandestino con 200 persone.

Gabigol
Gabigol arrestato (Foto: Tyc Sports)

Il calciatore ex Inter Gabriel Barbosa, soprannominato Gabigol, non se la passa benissimo. In nerazzurro soltanto un goal in dieci presenze: eppure era arrivato con aspettative altissime, pagato 30 milioni e in arrivo dal Santos. Sembrava destinato ad essere la nuova stella del calcio brasiliano, forse un nuovo Ronaldo il Fenomeno, almeno così sperava la dirigenza dell’Inter nell’agosto 2016. Un anno solare e c’è subito l’addio in prestito, prima al Benfica e poi al Santos. Da gennaio 2019 veste la maglia del Flamengo: nella prima stagione contribuisce a vincere il campionato Carioca con i suoi goal e trascina la formazione brasiliana fino al trionfo in finale di Copa Libertadores. Il 31 dicembre viene nominato calciatore sudamericano dell’anno e riceve il Pallone d’Oro sudamericano. A fine gennaio 2020 si trasferisce a titolo definitivo al Flamengo, la sua attuale squadra appunto.

LEGGI ANCHE –> Aguero sceglie la sua nuova squadra: bomba di calciomercato!

Gabigol arrestato in Brasile: cosa è successo

Gabigol
Gabigol Flamengo (Getty Images)

Il calciatore brasiliano domenica all’alba è stato arrestato nel sud di San Paolo. L’attaccante stava partecipando ad una festa in un casinò clandestino con 200 persone. Violato il coprifuoco che vige nel Paese sudamericano per fronteggiare l’emergenza coronavirus. L’accusa è di crimini contro la salute pubblica. A riferire la notizia è stata l’autorevole fonte argentina Tyc Sports, che pubblica la foto dell’attaccante al momento dell’uscita dal commissariato di polizia.

LEGGI ANCHE –> Calciomercato Inter, Conte insiste: colpo a parametro zero dalla Liga

La polizia ha condotto Gabigol e gli altri per essere identificati. Tutti in seguito sono stati rilasciati, tra questi c’era anche il popolare cantante funk MC Gui. Gabriel Barbosa si era nascosto sotto un tavolo del casinò. Addirittura gli è stato chiesto se ci sarebbe stato nella partita – molto attesa – di oggi contro il Fluminense, un autentico classico del calcio brasiliano. I casinò sono illegali in Brasile ormai da anni. Il commissario che si è occupato del caso ha affermato che le persone detenute sono state rilasciate per evitare l’affollamento all’interno della stazione di polizia. Inoltre, alcuni degli arrestati saranno perseguiti per reati come promuovere giochi d’azzardo illegali o per aver violato misure restrittive imposte per frenare la pandemia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gabi 🇧🇷 (@gabigol)