Covid, il Governo adotterà ulteriori misure dopo aggiornamento dati

Si è conclusa la riunione di Governo a Palazzo Chigi sul Covid. L’esecutivo adotterà ulteriori misure non appena sarà in possesso di dati aggiornati.

Covid Governo
Attese nuove limitazioni nelle prossime ore (Getty Images)

Il Covid non dà tregua all’Italia. Nonostante la campagna vaccinale continua ad andare avanti, con numeri che si mantengono sostenuti in tutte le regioni. Ecco perché il Governo si è riunito per scegliere le prossime mosse da adottare.

Leggi anche-> Covid, novità sul vaccino Pfizer: arrivano altri 4 milioni di dosi all’Ue

Si è tenuta oggi una riunione a Palazzo Chigi, con i ministri impegnati per quasi un ‘ora e mezza, la riunione della cabina di regia. Il governo ha deciso di aspettare i prossimi dati, che potrebbero dire di più sull’andamento epidemiologico e sulla situazione degli ospedali.

Covid, atteso venerdì un nuovo decreto

Secondo quanto riportato da alcune fonti giornalistiche, venerdì potrebbe essere il giorno designato per i nuovi provvedimenti. Nel frattempo i ministri SperanzaGelmini incontreranno i governatori per aggiornare la situazione e i relativi atti da porre in essere.

Leggi anche-> Bonus baby sitter, prorogata la misura: come ottenerla

Nel frattempo il CTS continua a chiedere misure restrittive. Secondo il comitato degli esperti, la situazione continua ad essere critica. Tuttavia, si esclude categoricamente il ricorso a qualsiasi tipo di lockdown, ritenuto al momento non necessario.

Possibile stretta sui weekend

Covid
Allo studio anche la zona rossa automatica (Getty Images)

Nell’attesa che arrivino dati aggiornati, trapelano le prime indiscrezioni. Possibile il ricorso ad una stretta sui weekend, come avvenuto durante le vacanze di Natale. Ma sul tavolo ci sarebbe anche un’ulteriore novità, che potrebbe togliere potere ai governatori.

Infatti è stata suggerita la creazione di una zona rossa automatica, qualore il numero dei contagiati superi i 250 casi ogni 100mila abitanti per 7 giorni consecutivi. Attualmente la zona rossa viene dichiarata a discrezione del governatore. Bisogna però precisare che al momento non ci sono decisioni ufficiali sulla scrivania di Mario Draghi. Che attende anche lui l’evoluzione degli scenari nazionali e locali, auspicando che si possa tornare il prima possibile alla normalità.