Bari, bimbo di 18 mesi muore investito per errore dal padre

Bari, l’uomo ha effettuato la manovra di retromarcia mentre dietro c’era il piccolo. Inutile la corsa all’ospedale. Indagano i carabinieri

Bari
Volante dei carabinieri (Getty Images)

Tragedia nel Barese. A Modugno un bambino di un anno e mezzo di nazionalità cinese è morto in un’area parcheggio sulla Sp1. Ad uccidere il piccolo è stato involontariamente il padre. L’uomo ha messo in moto l’auto e ha effettuato la manovra di retromarcia quando, senza accorgersene, il figlio era dietro la vettura.

Sulla tragedia indagano i carabinieri coordinati dal pubblico ministero di turno Lanfranco Marazia. A raccontare le dinamiche dei fatti sono stati i familiari, presenti sul posto. Gli investigatori stanno verificando se sul luogo ci sono telecamere di videosorveglianza che avrebbero potuto registrare il fatale impatto della vettura.

Dopo l’incidente il bambino è stato trasportato con un’altra auto presso l’ospedale Giovanni XXIII ma sarebbe giunto già privo di vita. Nelle prossime ore la Procura di Bari stabilirà se si dovrà effettuare l’autopsia sul corpo della vittima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio Cerciello, chiesto ergastolo per i due americani

Bari, bimbo muore per retromarcia: vari i precedenti

Bari
Getty images

L’intera città è sotto shock per quanto accaduto e sui social molti cittadini nei vari gruppi di Modugno hanno espresso la propria solidarietà. Una tragedia purtroppo simile a tante altre. Non è la prima volta infatti che la cronaca racconta di episodi del genere con bambini che restano vittime di familiari stessi durante la retromarcia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salerno, anziana derubata di fede e 4mila euro: la denuncia del sindaco

A settembre scorso, a Ponso in provincia di Padova, a restare vittima fu una bambina di origine marocchina. Aveva la stessa età della del bambino morto ieri e rimase schiacciata dalla manovra di retromarcia del effettuata dal nonno che non si era accorto della presenza della piccola, intenta a giocare dietro la vettura. Ancora a Bari, a luglio, nel quartiere Japigia, un bambino di due anni rimase ucciso con le stesse modalità dalla vettura con alla guida il padre.