Vaccini Covid, Twitter contro fake: rischio sospensione definitiva account

Vaccini Covid, Twitter ha realizzato un piano per ammonire i contenuti falsi: al quinto avvertimento sospensione permanente

twitter
Getty Images

Continua l’impegno contro le fake news da parte del social network. Twitter ha annunciato qual è il nuovo piano contro le notizie false che in rete circolano sui vaccini. I tweet che conterranno informazioni non vere saranno etichettate.

L’annuncio lo ha fatto la stessa azienda sul proprio blog. Sarà una sorta di ammonizione, una diffida a continuare a non diffondere notizie non vere, pena la sospensione.

Se ci saranno cinque tweet con contenuti ritenuti infondati sul tema dei vaccini Covid, l’account sarà disattivato in modo permanente. È convinzione di Twitter che questo sistema contribuirà “a educare il pubblico sulle nostre politiche” ma anche a ridurre la circolazione di informazioni non vere e dunque dannose.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, alcuni smartphone non potranno più utilizzare l’app: la lista

Vaccini Covid, Twitter chiude gli account che diffondono falsità

Twitter
Getty Images

Il nuovo sistema è stato lanciato ieri, lunedì 1 marzo. L’azienda però già da un po’ sta vagliando attentamente i post che su un tema così delicato possono creare caos e così da quando la “guida Covid-19” è stata introdotta in tutto il mondo sono stati controllati 11 milioni e mezzo di account e rimossi 8400 tweet.

Come funzionano le ammonizioni

Quando un contenuto viene ritenuto fuorviante, Twitter provvederà a inviare una notifica chiedendo di rimuoverlo perché in violazione delle regole della piattaforma. Se non sarà cancellato e anzi ci saranno altri tweet simili, dopo il secondo e terzo avviso l’account viene sospeso per 12 ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Iliad, gli importanti risultati premiano i clienti: pronto un regalo per marzo

Dopo il quarto avviso scatterà un blocco più lungo, di una settimana. Al quinto e ultimo avviso la sospensione dell’account sarà definitiva. Si potrà anche fare ricorso contro la decisione se si crede che il proprio account sia stato bloccato erroneamente. “Inizieremo prima con i contenuti in lingua inglese, mentre lavoriamo per espanderci ad altre lingue e contesti culturali”, ha spiegato l’azienda.