Covid, rapporto Oms: “Casi in diminuzione, preoccupano le varianti”

L’ultimo rapporto dell’Oms riporta come i nuovi casi di Covid-19 siano in diminuzione. A preoccupare, però, c’è la diffusione delle varianti.

Covid Oms
Il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus (Getty Images)

Nuovo rapporto dell’Oms sull’andamento del Covid-19 nel mondo, con il direttore generale dell’Organizzazione che questa mattina ha comunicato tutti i numeri riguardanti la pandemia. Fortunatamente ci sono notizie incoraggianti, infatti per la quinta settimana consecutiva i casi sarebbero in diminuzione. A questa ottima buona notizia, però, c’è anche la grande preoccupazione per la diffusione delle varianti, che appaiono altamente trasmissibili.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Variante rara Covid, Osimhen l’ha portata in Italia: l’indiscrezione

Stando ai dati questa settimana i nuovi casi di Coronavirus nel mondo sarebbero stati “solamente” 2,7 milioni. Un dato entusiasmante ed in continua discesa da ben cinque settimane consecutive, infatti lo scorso 5 gennaio, il report segnava oltre 5 milioni di nuovi contagi. La diminuizione dei nuovi casi si attesta al 16%, ma fortunatamente diminuisce anche la mortalità del 10%, con i nuovi decessi che sono 81mila. Andiamo quindi ad analizzare tutti i numeri del report stilato dall’Organizzazione Mondiale di Sanità.

Covid, Oms: preoccupa la diffusione di tre varianti

Covid Oms passaporto vaccinale
Le parole di Ghebreyesus sui dati pandemici (Getty Images)

I nuovi casi di Covid-19 diminuiscono nell’intero pianeta. Infatti stando al report dell’Oms, la diminuzione più grande è stata fatta registrare in Africa, con un -20%. Segue subito dietro l’Europa (-18%), le Americhe (-16%) ed infine i paesi del sud-est asiatico (-10%). Così in cinque setttimane si è passato dai 5 milioni di nuovi casi a ben 2,7 milioni di contagi, una decrescita quasi del 50%.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, scoperta variante Covid rara: finora solo 100 casi nel mondo

Ma secondo Tedros Adhanom Ghebreyesus il merito di questo miglioramento è anche delle misure prese dai vari paesi. Però il direttore generale dell’Oms invita a non allentare la presa, vista la diffusione delle varianti, che si stanno espandendo per il globo. Infatti quella inglese ha raggiunto già 94 paesi (8 in più rispetto la scorsa settimana), la sudafricana 46 paesi (+2) ed infine la brasiliana 21 paesi (+6). Per questo motivo il direttore dell’Oms chiede di tenere duro ancora per poco, prima di affermare un decisivo passo in avanti nella lotta contro il virus.