Pianura, 13enne aggredito e pestato in gruppo fuori scuola

Pianura (Napoli), un 13enne è stato aggredito all’uscita da scuola da un gruppo di coetanei. Pestato con calci e pugni: era già successo.

Pianura
Un gruppo di ragazzi fuori scuola (Getty Images)

Pianura, istituto comprensivo Ferdinando Russo. La scuola, l’ambiente che più di ogni altro dovrebbe rappresentare una sicurezza per i più giovani, si è trasformata in un incubo per un 13enne. Atti di bullismo all’esterno della scuola media hanno costretto il giovanissimo studente in ospedale a causa dell’aggressione di un gruppo di sette coetanei. A denunciare l’episodio è stato il consigliere della IX Municipalità del Comune di Napoli. Il gruppo di coetanei che ha pestato il ragazzo non fa parte della scuola, ma proviene da altre zone del quartiere con il solo intento di bullizzare i ragazzini all’uscita di scuola.

Il ragazzino era stato in un primo momento accompagnato al vicino ospedale San Paolo perché avvertiva malori a seguito dell’aggressione, poi è stato trasferito in ambulanza all’ospedale pediatrico Santobono dove è sottoposto ad ulteriori accertamenti.

LEGGI ANCHE –> Napoli, rissa sul lungomare: ferito un ragazzo, controlli assenti

Pianura, 13enne pestato in gruppo con un tirapugni

Pianura
Studenti in classe nel rispetto delle norme anti Covid (Getty Images)

L’aggressione è avvenuta lunedì, nella giornata di ieri il 13enne era ancora ricoverato al Santobono per lesioni riportate alla milza. La diagnosi è contusioni multiple e trauma facciale. Calci, pugni e poi pestato con un tirapugni dal gruppo di giovani che porta avanti queste azioni quasi squadriste nel quartiere. L’agenzia Ansa riferisce ulteriori dettagli sulle conseguenze dell’episodio di violenza. I sette sono stati segnalati alla magistratura dai carabinieri. Già una settimana fa gli stessi minori avevano aggredito il giovane ed un suo amico per futili motivi, in quella occasione in seguito ad una partita di calcio e minacciandoli con un coltello.

LEGGI ANCHE –> Campania, misure anti Covid urgenti: allarme variante

I carabinieri della stazione di Pianura che hanno condotto le indagini, d’intesa con la Procura minorile della città partenopea, hanno effettuato ‘elezione di domicilio’ per i reati di lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo di armi bianche nei confronti dei sette minorenni (tutti di età compresa tra i 13 ed i 14 anni).