Coronavirus Campania, bollettino Regione oggi 12 febbraio: 1.637 nuovi casi

Il bollettino coronavirus della Regione Campania di oggi 12 febbraio. I numeri e i dati aggiornati su contagi positivi, morti e guariti.

Bollettino Coronavirus Campania
Il bollettino della regione Campania del 12 febbraio (via Facebook)

Il bollettino Regione di oggi: 1.637 positivi, 18.393 tamponi (di cui 3.125 antigenici), 15 morti (tutti deceduti nelle ultime 48 ore), 583 guariti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, De Luca tuona: “La Campania lotta per le dosi di vaccino”

Focus sui positivi: 139 casi identificati da test antigenici rapidi; 1.430 asintomatici e 68 sintomatici. Si ricorda che le definizioni di sintomatici e asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare. Il totale dei positivi è di 239.562 (di cui 2.752 antigenici), il totale dei tamponi 2.629.484 (di cui 56.498 antigenici). Il numero totale dei deceduti in Campania dall’inizio della pandemia sale oggi a 3.981.

Coronavirus, la Campania resta in zona gialla: De Luca avverte i cittadini

Coronavirus Campania
Le parole del governatore campano (Pagina Facebook Vincenzo De Luca)

Durante la giornata odierna è tornato a parlare il governatore Vincenzo De Luca durante la sua diretta Facebook. De Luca ha espresso la sua preoccupazione per la situazione Coronavirus in Campania, affermando che per questa settimana si rimarrà in zona gialla. Però, senza il rispetto del distanziamento sociale si tornerà senza ombra di dubbio alla zona arancione. Infatti ad oggi, come riporta l’Iss, l’indice Rt in Italia è salito a 0,8 (0,73-0,91).

POTREBBE INTERESSARTI >>> Federico II, Antonella Prenner ricoverata a Roma: le condizioni

Inoltre De Luca ha affermato anche tutta la sua perplessità riguardo al nuovo Governo tecnico con a capo Mario Draghi. Infatti, per il governatore, c’è bisogno soprattutto di uno snellimento della burocrazia, per evitare che si perdano di 209 miliardi del Recovery Fund. Inoltre, ha concluso il Presidente della Regione Campania, si dovrà evitare un Governo completamente tecnico, ma bisogna fonderlo con la competenza, altrimenti sarà dura.