Coppa Italia, Juventus-Inter: doppia assenza pesantissima per Pirlo!

Coppa Italia, le ultime di formazione per Juventus-Inter. Arthur e Morata rischiano di saltare la partita per una forte influenza intestinale.

Juventus Inter
Juventus (Getty Images)

Coppa Italia, domani sera conosceremo il nome della prima finalista del torneo. Juventus e Inter si troveranno nuovamente di fronte a distanza di sette giorni dall’ultimo confronto, questa volta all’Allianz Stadium. Si parte dal risultato di 1-2 dell’andata, quando i bianconeri hanno trionfato in trasferta allo stadio Meazza di Mlano. Lautaro Martinez aveva sbloccato il match per i nerazzurri dopo appena nove minuti, poi Cristiano Ronaldo ha messo a segno la doppietta decisiva. Appuntamento domani martedì 9 febbraio alle ore 20.45 per il secondo ed ultimo round. La partita sarà visibile in diretta tv in chiaro su Rai 1.

LEGGI ANCHE –> Diritti televisivi Serie A: Dazn per i prossimi tre anni

Juventus-Inter: doppia assenza pesantissima per Pirlo!

Juventus Inter
Morata e de Ligt (Getty Images)

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo rischia di dover rinunciare a due calciatori fondamentali per il suo undici titolare. Il centrocampista Arthur e l’attaccante Alvaro Morata sono alle prese con un’influenza intestinale e rischiano di restare fuori dai convocati bianconeri per la sfida di ritorno di Coppa Italia. A riferirlo è l’edizione online di Tuttosport. La febbre che stanno accusando i due calciatori non dovrebbe avere niente a che fare con il Covid.

LEGGI ANCHE –> Napoli, rivoluzione in estate: nome nuovo in panchina!

Ai microfoni di Juventus Tv, Pirlo ha anticipato: “Partiremo con l’atteggiamento di non essere in vantaggio. La consideriamo come una finale e la giocheremo da squadra aggressiva che sa quello che vuole. L’obiettivo è troppo importante per lasciarcelo scappare. Domani tornerà in porta Buffon e Kulusevski partirà dal primo minuto. 

Stiamo molto bene, stiamo recuperando, a parte qualche acciacco che valutiamo di momento in momento. Naturalmente c’è un po’ di stanchezza fisica e mentale, ma sapevamo che sarebbe stato così. Siamo in mezzo a partite importanti e ravvicinate, sappiamo di dover stringerci per recuperare e dare il meglio”.