Tara Gins, l’ex ciclista licenziata per delle foto osé su PlayBoy

Tara Gins, l’ex ciclista e Direttore sportivo di una squadra under 23 allontanata per alcuni scatti: “Si perdono sponsor”

Tara Gins
Foto pagina Facebook

Stava cominciando una nuova avventura nella direzione sportiva di una squadra belga di ciclismo under 23 ma il presidente non ha voluto dopo la pubblicazione di alcune suo foto.

La bellissima ex ciclista Tara Gins, sui pedali da professionista dal 2016 al 2018, si è vista rifiutare l’incarico lavorativo ma non per le sue capacità direzionali in ambito sportivo. Il Ds lo aveva già fatto per due anni nella squadra amatoriale S-Bikes AGU ma nella nuova società non c’è stato spazio e non è stato gradito il suo servizio fotografico.

La vicenda l’ha raccontata la diretta interessata con una serie di storie su Instagram. Ha detto che qualcuno dello staff ha visto le sue foto e l’ha riferito alla società. Subito è stato chiesto al presidente che venisse sollevata dall’incarico altrimenti avrebbero mostrato gli scatti agli sponsor che non avrebbero gradito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’Italia alle Olimpiadi, decreto approvato: scongiurata l’assenza a Tokyo

Tara Gins: “Il presidente era d’accordo con me ma non poteva perdere gli sponsor”

Le foto “incriminate” appartengono a due servizi diversi, uno per la nota rivista PlayBoy e altre per un calendario. Tara Gins non sa quali foto abbia visto il membro dello staff ma ipotizza che fossero quelle del calendario perché pubblicato a inizio gennaio.

Dunque una questione si soldi legata agli sponsor. L’ex ciclista ha affermato di aver telefonato al presidente per manifestargli la sua opinione, cioè che avrebbe preferito essere giudicata per le sue capacità di direttore sportivo e non per le foto. Il presidente – secondo il racconto della donna –  le ha risposto di essere d’accordo ma che non può rischiare di perdere gli sponsor.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un anno senza Kobe Bryant e sua figlia Gianna

Infine la Ds ha tenuto a precisare che nelle foto non solo non c’entra nulla il ciclismo perché non c’è alcun riferimento ma non sono neanche volgari. Nel calendario è in topless e su PlayBoy ha le parti intime coperte.