Los Angeles, attentato in una chiesa: esplode ordigno rudimentale

Los Angeles, attentato in una chiesa oggetto di polemiche perché contro i gay. Annullata protesta in programma oggi

los angeles
Getty Images

Ad El Monte, in un sobborgo di Los Angeles, è esploso un ordigno rudimentale in una chiesa che era stata oggetto di molte polemiche per i suoi attacchi contro la comunità Lgbt e di altre minoranze. Non ci sono vittime né ferite ma l’edificio è stato danneggiato. Sul fatto indaga l’Fbi.

Sono state distrutte tutte le vetrate. Il pastore si chiama Bruce Mejia e secondo la stampa locale nelle ultime settimane ha ricevuto diverse minacce attraverso i canali social. La chiesa fa parte di una rete di movimento battista internazionale, la New Independent Fundamental Baptist Movement e comprenderebbe molti membri della destra radicale americana.

Le persone principalmente presi di mira da questo movimento internazionale pare siano i gay. Secondo la Southern Poverty Law Center, organizzazione legale che si occupa dei diritti dell’uomo, i membri dell’organizzazione internazionale sarebbero a favore della pena di morte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, c’è la data dell’impeachment di Trump: l’8 febbraio al Senato

Los Angeles, annullata manifestazione contro la chiesa

Dei cittadini hanno anche chiesto la chiusura della chiesa. Al sindaco è stata anche presentata una petizione firmata da oltre 15mila persone. David Reynoso, il capo della polizia locale, ha però escluso che le proteste mosse contro la chiesa siano collegate ai fatti violenti di oggi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Danza, un team internazionale per la nuova stagione del MART

La stessa organizzazione che ha promosso le proteste contro la chiesa, la Keep El Monte Friendly, ha preso le distanze da quanto avvenuto. Oggi era anche in programma una manifestazione proprio davanti all’edificio ed è stata cancellata. Con un comunicato hanno fatto sapere che comprendono che alcune situazioni possano creare rabbia ma che mai accetteranno atti di violenza.