Calciomercato Inter, l’ultimatum del Real Madrid: pagatelo o ridatecelo

Cresce l’incertezza sul futuro dell’Inter che riceve anche l’ultimatum del Real Madrid per il colpo estivo del calciomercato: chiesta la prima rata.

Calciomercato Inter
Tensione in casa dei nerazzurri (Getty Images)

Non sta vivendo un momento felice dal punto di vista societario l’Inter, bloccata anche sul calciomercato. Le regole imposte dal governo cinese hanno chiuso i rubinetti della famiglia Suning, impedendo così ai nerazzurri di compiere operazioni in entrata. Ma ciò che preoccupa maggiormente è il futuro, con Suning che potrebbe vendere anche le quote di maggioranza al miglior acquirente.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Serie A, rischio rinvio per un match di sabato: le ultime

Infatti, proprio a causa delle stringenti regole imposte dal governo cinese si è aperta una profonda crisi. Questo è uno dei motivi per cui la società ha scelto la via del re-branding. Dal mese di marzo, la Fc Internazionale si chiamerà Inter Milano scegliendo un logo minimal che comprende solamente le lettere I ed M. Il tutto per cercare fondi nuovi ed iniziare a pagare anche gli acquisti fatti in estate.

In particolare quello di Achraf Hakimi, con il Real Madrid che adesso ha chiesto il pagamento della prima rata da 10 milioni. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo e come l’Inter sta provando a reimpostare le rate per il pagamento del calciatore.

Calciomercato Inter, il Real chiede la prima rata di Hakimi: cosa sta succedendo

Calciomercato Inter
Achraf Hakimi, giovane terzino dell’Inter (Getty Images)

La notizia bomba è scoppiata questa mattina ed arriva direttamente dalla Spagna. Infatti Beppe Marotta starebbe trattando per far slittare la prima rata al 30 marzo. Ma Florentino Perez vorrebbe garanzie sul pagamento, altrimenti sarebbe pronto a riprendersi il calciatore, tra i migliori terzini in europa nonostante la giovanissima età.

Inoltre il Real Madrid può farsi forza anche con il Regolamento Uefa sulle licenze, che chiede alla data del 31 marzo di saldare tutti i debiti accumulati fino al 31 dicembre. Intanto nella gioranta di ieri si è riunito il consiglio d’amministrazione dell’Inter. Ovviamente il punto più importante trattato è la crisi causata dalla mancata liquidità del club. Inoltre si avvicina la data del 16 febbraio, entro la quale dovranno essere pagati i debiti di luglio e agosto.

Nel frattempo la dirigenza interista è riuscita a pagare ai calciatori gli stipendi di settembre e ottobre e quindi resterebbero da pagare anche le mensilità di novembre e dicembre. Inoltre il consiglio federale potrebbe far slittare il termine di pagamento dal 16 febbraio a giugno. Una volta scaduta la data si studierà il nuovo piano per il pagamento degli stipendi fino al termine della stagione. Intanto fonti vicine ai nerazzurri hanno specificato che la società ha trovato un nuovo accordo con il Real Madrid, per il pagamento di Hakimi.