Senato approva la fiducia: 156 voti per il Governo Conte

Il Senato approva la mozione di fiducia per il Governo Conte. Il Premier riesce ad ottenere una maggioranza anche a Palazzo Madama.

Conte in Senato (Getty Images)

Senato, lunga seduta quella di oggi in Aula a Palazzo Madama. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riferito questa mattina alle 9.30 e nuovamente in serata. Un doppio intervento, come avvenuto ieri sera in occasione della votazione alla Camera dei Deputati, in cui il Premier ha fatto soprattutto appello alle forze europeiste del Senato.

313 senatori presenti, 312 votanti. 149 voti per raggiungere la maggioranza, 156 voti favorevoli e 140 contrari, 16 senatori astenuti: il Senato approva la mozione di fiducia.

LEGGI ANCHE –> Moratti, vaccini e Pil. De Luca: “Ad un passo dalla barbarie”

Il Senato approva la fiducia: confusione dopo il voto

Senato fiducia
Il Premier Giuseppe Conte in Senato (Getty Images)

Negli ultimi minuti era scoppiato il caos in seguito al voto del senatore Ciampolillo. L’onorevole aveva richiesto di poter votare nonostante fosse risultato assente sia alla prima che alla seconda chiama. I senatori questori si sono occupati di guardare le registrazioni e verificare la validità del voto di Ciampolillo: quest’ultimo aveva espresso la propria richiesta prima che la presidente Elisabetta Casellati chiudesse la votazione. Il Premier Conte aveva lasciato Palazzo Madama già prima della proclamazione della votazione con esito positivo, dirigendosi presumibilmente a Palazzo Chigi.

Il senatore di Italia Viva Nencini e due senatori di Forza Italia spostano l’equilibrio a favore del Governo Conte. L’esecutivo non ha ottenuto la maggioranza assoluta di 161 voti, ma una maggioranza semplice. La crisi di governo per il momento è sventata, ma lo strappo con i renziani di Italia Viva è ormai insanabile.