Usa, Melania Trump condanna l’attacco al Congresso: “Inaccettabile”

Anche la first lady degli Usa, Melania Trump, condanna l’attacco al Congresso. Un attcco inaccettabile anche per la moglie di The Donald. 

Usa Melania Trump
La first lady condanna il colpo al Congresso (Getty Images)

Rompe il silenzio Melania Trump, la first lady che adesso condanna l’attacco al Campidoglio da parte dei sostenitori del marito. La moglie di Donald Trump ha finalmente preso posizione, contro le violenze che sono esplose dinanzi al Congresso, che ha portato anche alla morte di 5 persone. Melania ha infatti considerato “inaccettabile“. Ma non solo, infatti Melania ha anche affermato di essere delusa e scoraggiata da quanto successo a Capitol Hill.

POTREBBE INTERESSARTI >>> “Mattarella agente segreto degli inglesi”: l’ultima bufala del web

Melania ha poi commentato quanto accaduto affermando: “Condanno assolutamente le violenze che si sono verificate nel Campidoglio della nostra nazione. La violenza non è mai accettabile“. Una presa di posizione molto forte quella di Melania, che più volte in passato aveva preso posizioni diverse dal marito. Andiamo quindi a vedere le parole di Melania nel dettaglio, andando a vedere anche il periodo nero che sta attraversando Donald Trump.

Usa, Melania Trump ai sostenitori di Donald: “Vi imploro di fermare le violenze”

Usa Melania Trump
Le parole della first lady americana (Getty Images)

Melania Trump ha così scritto un comunicato per fare chiarezza sulle sue idee riguaradnti gli attacchi al Campidoglio. Un messaggio di speranza, che va in contrasto con le posizioni espresse più vole da Trump. Infatti la first lady ha scritto: “Vi imploro di fermare le violenze di non fare mai supposizioni basate sul colore della pelle di una persona o di usare ideologie politiche diverse come base per l’aggressività. Dobbiamo ascoltarci l’un l’altro, concentrarci su ciò che ci unisce e superare ciò che ci divide“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Usa, 25esimo emendamento di Pence per Trump. Lo attacca anche Umberto Tozzi

La first lady ha poi concluso il suo comunicato affermando: “In qualità di americana, sono orgogliosa della nostra libertà di esprimere i nostri punti di vista senza persecuzioni. È uno degli ideali fondamentali su cui è costruita l’America. Molti hanno compiuto l’ultimo sacrificio per proteggere quel diritto“. Intanto Donald Trump è stato bannato anche dalla Pga of America, il circuito di golf più famoso al mondo, che ha deciso di non giocare il suo torneo al Trump National Golf Club Bedminster, nel New Jersey.