Terremoto in Argentina, magnitudo 6 al confine con il Cile

Terremoto in Argentina di magnitudo 6 a Nord-Ovest del paese sulle Ande avvertito anche in Bolivia e in Paraguay

Terremoto in Argentina
Sismografo (Getty Images)

Erano le 4.54 in Italia quando la terra in Argentina è stata scossa da un sisma alle ore 00.54. Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano e del servizio di monitoraggio geologico statunitense, l’Usgs, l’ipocentro dell’evento è stato registrato a 200 chilometri di profondità.

L’epicentro è stato rilevato a San Antonio de Los Cobres, cittadina delle Ande non lontana dal confine con il Cile, al Nord-Ovest del paese.

Dopo la scossa delle 00.54 ora locale è stata registrata solo una di 3.3. Di solito a eventi al di sopra del 5 seguono scosse di piccole entità che proseguono anche per ore. Consultando la lista dei terremoti dell’Ingv, non ci sono altri fenomeni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Indonesia, scomparso dai radar aereo partito da Giacarta

Terremoto in Argentina, una forse scossa nella stessa zona già a novembre

Il movimento tellurico oltre ad essere stato avvertito distintamente in Cile l’hanno sentito anche in Bolivia e in Paraguay. L’ultima forte scossa in quella zona risale a fine novembre quanto il magnitudo arrivò a 6.3. Tutto questo sta a indicare che le Ande, da sempre sismiche, stanno tornando a “muoversi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid Cina, torna il lockdown rafforzato: serrata la provincia di Hebei

Da settimane i terremoti che toccano l’Italia sono della penisola balcanica e in particolare della Croazia che sta vivendo un lungo sciame sismico. L’ultimo è stato registrato ieri alle 22.29 di magnitudo 4.7. È stato avvertito anche in Italia ma solo dai sismografi. L’alta profondità (220) non ha recato spavento.