Usa, Twitter sospende definitivamente l’account di Trump

Usa, Twitter sospende definitivamente l’account di Trump per aver incitato le violenze di mercoledì. Il presidente: “Ora nostra piattaforma”

Twitter Trump
Getty Images

L’account Twitter di Donald Trump doveva riprendere a funzionare dopo il 20 gennaio, giorno dell’insediamento di Biden. Ma dopo varie sospensione, arriva quella definitiva. C’è “il rischio che inciti ulteriormente la violenza”, è questo il motivo secondo il social del cinguettio.

Il presidente uscente ha provato a esprimere la sua rabbia attraverso Potus, l’account ufficiale della Casa Bianca e non personale, ma Twitter è intervenuto rimuovendo il post. L’unico modo per rispondere è stato un comunicato della Casa Bianca dove il presidente si è detto non sorpreso della decisione che vuole mettere a tacere anche i “75 milioni di patrioti che hanno votato per me”.

Ma la battaglia con il social va avanti. Iniziata ormai tempo fa quando di tanto in tanto l’account del presidente veniva sospeso o cancellati alcuni tweet, ha detto che sta trattando con alcuni siti e che ci sarà un grande annuncio, forse addirittura una piattaforma propria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> India, incendio nel reparto maternità di un ospedale: morti 10 neonati

Usa, Twitter segue Facebook: Trump è ora senza social

Ieri Trump ha avuto un atteggiamento ambiguo come spesso accade e ancor di più dopo i fatti di mercoledì scorso al Congresso. Prima aveva dichiarato che il 20 ci sarà una transizione dei poteri ma in fondo continua a non accettare la sconfitta. Ha anche dichiarato che non sarà presente alla cerimonia d’insediamento quel giorno.

Negli ambienti repubblicani c’è stata una grande levata di scudi per Trump, accusando Twitter di censura. Alcuni senatori si sono chiesti perché sono consentite altre cose su Twitter, tirando in ballo la Cina oppure come come il senatore Rick Scott che ha accusato il social di non censurare nulla quando l’ayatollah dice di voler spazzare via Israele dalle carte geografiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Francia, Louvre in record negativo: -72% visitatori

Il provvedimento di Twitter arriva dopo circa ventiquattr’ore quello di Facebook e Instagram che hanno sospeso a tempo indeterminato i profili del presidente almeno fino alla transizione dei poteri. In tutti i casi la decisione è stata presa dopo le violenze in questi giorni, fomentate da Trump.