WhatsApp, arriva l’ultimatum: l’aggiornamento è obbligatorio

Arriva l’ultimatum di WhatsApp per tutti gli utenti. Infatti l’applicazione annuncia agli utenti che il nuo aggiornamento è obbligatorio.

WhatsApp ultimatum
La notifica dell’applicazione sul nuovo aggiornamento (Screenshot)

Sono giorni caldi per WhatsApp che sta aggiornando i suoi termini di servizio e soprattutto l’informativa della privacy, mandando una notifica agli utenti che sà di ultimatum. Infatti stando alla notifica inviata dall’app di messaggistica più famosa al mondo, se non vengono accettati i nuovi termini di servizio, non sarà possibile usufruire dell’applicazione. L’obbligo partirà dal prossimo 8 febbario. Una volta scaduta la data, se l’utente non avrà accettato le condizioni, non potrà più usare l’applicazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, questa truffa ruba l’account: come difendersi

I principali aggiornamenti includono le informazioni sulle modalità del trattamento dei dati e soprattutto su come le aziende possano utilizzare i dati a disposizione su Facebook per gestire le chat WhatsApp. Diventa così obbligatoria la condivisione dei dati con Facebook. Chi non accetterà l’informativa sarà debilitato dall’uso dell’app di messaggistica. Andiamo quindi a vedere quali dati saranno condivisi tra le due applicazioni.

WhatsApp, l’ultimatum sull’aggiornamento: cosa cambia

WhatsApp ultimatum
Cosa cambia con l’ultimo aggiornamento (Screenshot)

Diventa così obbligatoria la condivisione dei dati con l’ultimo aggiornamento di WhatsApp, ovviamente correlati all’applicazione di Facebook, entrambe possedute da Mark Zuckerberg. Andiamo quindi a vedere per cosa verranno usati questi dati, andando ad elencare tutti i cambiamenti, che riguarderanno soprattutto i profili Business dell’app di messaggistica.

POTREBBE INTERESSARTI >>> WhatsApp, come mandare messaggi programmati: semplice trucco

  • Verrà aiutata a migliorare l’infrastuttura e i sistemi di consegna;
  • Si andrà a comprendere come i dati vengono utilizzati dalle aziende di Facebook;
  • Viene promossa la sicurezza e l’integrità all’interno dei prodotti delle aziende di Facebook . Così vengono rafforzati sistemi di controllo, contrastando spam, minacce, abusi e violazioni.
  • Migliorare l’esperienza dell’utente nell’applicazione, fornendo suggerimenti, aggiungendo funzioni ed aiutando a completare acquisti e transazioni, mostrando quindi offerte e annunci all’interno dei prodotti delle aziende di Facebook.
  • Infine verranno implementate le due applicazioni, Facebook e WhatsApp, consentendo la connessione dell’account Facebook Pay per effettuare pagamenti su WhatsApp.

Così gli utenti hanno a disposizione ancora un mese prima di dover o accettare per forza il nuovo terms of service oppure cambiare app di messagistica. La cosa certa, però, è che l’ultimatum non è piaciuto a gran parte degli utenti di WhatsApp, che adesso temono per la gestione dei propri dati personali. Vedremo, quindi, se gli utenti abbandoneranno l’app o decideranno di accettare il cambio di Tos.