Vaccino somministrato a oltre 179mila persone: 95mila in 48 ore

Vaccino somministrato a oltre 179mila persone: negli ultimi due giorni balzo in avanti. Locatelli: “Non siamo fuori ma niente allarmismi”

Vaccino
Foto Che tempo che fa

La campagna vaccinale va avanti e negli ultimi giorni ha avuto un’accelerazione: in 48 ore sono stati vaccinati 95mila cittadini, portando il totale a 178.939 secondo l’ultimo aggiornamento delle ore 2.30 della scorsa notte.

Il numero delle persone vaccinate è “tutt’altro che irrilevante”, ha detto il presidente del Consiglio Superiore della Sanità Franco Locatelli, membro del Comitato Tecnico Scientifico intervenendo ad Agorà su RaiTre. Ha però aggiunto che “ci sono differenze regionali significative”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dpcm gennaio, stop a spostamenti tra regioni: scontro sulla scuola

Analizzando l’ultimo report si notano infatti delle differenze. Il Lazio è la regione che al momento ha il primato delle vaccinazioni con il 63,3% delle dosi consegnate già somministrate. Il Molise è ultimo con solo l’1.7% dei vaccini fatti.

Altre regioni che non arrivano neanche al 10% sono la Calabria, ferma al 5.4, e la Sardegna che su 12885 dosi consegnate sono state somministrate 925, pari al 7.5%.

Vaccino, Locatelli: “Massima attenzione ma no ad allarmismi”

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità sottolinea che l’Italia è il secondo paese europeo per numero di vaccinati ma c’è ancora da lavorare e non solo per colmare le differenze regionali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, raid ospedale Pellegrini: rubate pistole ai vigilantes

Anche se la situazione è migliore rispetto ad altri paese non significa che possiamo “ritenerci fuori pericolo o scongiurare una terza ondata”. Allo stesso momento Locatelli invita a non creare allarmismi perché nel nostro paese, anche se la circolazione è sostenuta, “non ha una curva epidemica fuori controllo”