Pino Daniele, 6 anni fa la scomparsa: dedica al concerto dell’Epifania

Pino Daniele, la sera del 4 gennaio 2015 scompariva il grande artista partenopeo. Domani il concerto si RaiUno nel suo nome

“Lunedì mi lasciasti in quell’angolo così”, cantava nel 1993 in Allora sì Pino Daniele. E fu così che un lunedì di sei anni fa i fan si svegliarono abbandonati da Pino, lasciati in un angolo dove restavano già i ricordi della sua carriera.

Pino scomparve improvvisamente la sera di domenica 4 gennaio 2015 ma la notizia si diffuse rapidamente alla prime luci del giorno dopo quando il suo amico Eros Ramazzotti durante la notte diede il triste annuncio su Instagram.

La città si mobilitò: flash mob in piazza Plebiscito il giorno dell’Epifania per invocare il funerale nella sua Napoli, in quella sua piazza, come poi avvenne il 7 gennaio. A settembre ecco che il vicoletto Donnaalbina divenne via Pino Daniele; qualcuno immaginava per lui una maggiore visibilità, una strada principale o una piazza ma fu scelto quel vicoletto perché in fondo era casa sua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Governo, tutte le decisioni per il periodo 7-15 gennaio

Pino Daniele, nel concerto di domani tanti omaggi

La strada si trova a pochi passi dal complesso di Santa Maria la Nova dove aveva trascorso la sua adolescenza e dove scrisse alcuni dei primi capolavori. Nello scenario del complesso si svolgerà il classico concerto dell’Epifania che andrà in onda su RaiUno il 5 gennaio alle 23.15.

Cambio di giorno quindi per l’evento che solitamente si tiene la mattina dell’Epifania. Ci sarà tanto Pino Daniele in quella che era la sua casa come ha detto Francesco Sorrentino, il direttore artistico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Magistris, elezioni Calabria: potrà dare il mio contributo

Il tema è l’abbraccio e dunque non poteva mancare Andrea Sannino con la sua “Abbracceme” che è diventato ormai un desiderio vista l’emergenza sanitaria. Sarà presente anche Mario Biondi che canterà Pino come altri artisti per questa 26esima edizione così particolare ma sempre uguale nello spirito della fratellanza.