Chiara Lubich, stasera in tv con Cristiana Capotondi: chi era

Chiara Lubich, chi era l’insegnante di Trento interpretato da Cristiana Capotondi: il suo Movimento si è diffuso in tutto il mondo

Chiara Lubich
Foto pagina Facebook

Chiara Lubich. L’amore vince tutto, è il titolo del film che stasera andrà in onda su RaiUno. Cristiana Capotondi è la protagonista che prende i panni dell’attivista trentina scomparsa nel 2008 a 88 anni.

Chiara Lubich è stata una insegnante e saggista. Aveva 25 anni quando terminò la seconda guerra mondiale e come molti italiani sentì che doveva impegnarsi nella ricostruzione. Non solo fisica del paese ma soprattutto spirituale.

Il suo impegno è stato religioso e infatti viene ricordata come la fondatrice del Movimento dei focolari; d’ispirazione cristiana, nato in seno alla Chiesa Cattolica, il movimento era caratterizzato dalla laicità ed aveva l’obiettivo di unire nella fratellanza i popoli, diversi per idee e religione.  Nell’universalità della missione non c’era solo l’unione e il dialogo tra i diversi credi cristiani ma tra le religioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Meteo: tempo in miglioramento, ma ancora instabile. Attesi nuovi rovesci

Chiara Lubich, il suo impegno per la fratellanza nel mondo

Sua madre era una fervente cattolica mentre il padre un socialista antifascista. Il realtà il suo nome era Silvia (così fu battezzata); il nome Chiara lo assunse quando entrò nel Terz’ordine Francescano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Infermiere alla ragazza “Mi vuoi sposare”: l’originare richiesta

La sua attività fu molto spirituale che il Movimento che fondò nel corso dei decenni si diffuse in tutto il mondo e oggi è presente in quasi duecento paesi. L’unità e la fratellanza, principi del Vangelo, furono le guide che l’accompagnarono per tutta la sua esistenza.