Montezemolo, corto circuito luminarie natalizie: casa in fiamme

Montezemolo, un corto circuito a casa del fratello dell’ex presidente Fiat ha provocato un incendio: in salvo anche gli animali

Nella zona collinare di Castiglione Torinese un incendio ha devastato la casa del notaio Marco Cordero di Montezemolo, fratello del più noto Luca, il fondatore di Italo ed ex presidente della Fiat e della Ferrari.

Il fatto è avvenuto nella serata di ieri, 25 dicembre. L’incendio avrebbe avuto origine dalla luminarie natalizie poste su tetto dell’abitazione. Un corto circuito che mandato in fiamme prima il soffitto poi il resto della casa. Sono intervenute varie squadre del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco con le ambulanze e i carabinieri.

In quel momento in casa non c’erano molte persone, ero presenti solo gli anziani suoceri del notaio e il custode. Fortunatamente tutti sono stati portati in salvo. Sono scampati alle fiamme anche alcuni animali: nella proprietà erano infatti presenti alcuni bovini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 25 dicembre: 19.037 contagiati

Montezemolo, incendio in casa: indagano i carabinieri

Natale di paura per la famiglia Montezemolo con l’incendio divampato in strada San Martino sulle colline di Castiglione Torinese presso la casa del notaio Marco Cordero di Montezemolo. I primi a lanciare l’allarme sono stati i vicini che hanno visto fuoco e fiamme.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roberto Saviano confessa: “Mi hanno tolto la cittadinanza onoraria”

L’intervento dei Vigili del Fuoco non è durato poco. Oltre ai danni all’abitazione per fortuna non si contano feriti. Anche alcuni vicini sono stati visitati dai soccorritori del 118 che hanno raggiunto il luogo dell’incendio. La casa è di proprietà del notaio 71enne. I carabinieri indagano sull’accaduto.