Coronavirus, il bollettino di oggi 26 dicembre

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 26 dicembre: contagi, positivi, guariti e morti a livello nazionale nelle ultime 24 ore.

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi

Il vaccino contro il coronavirus è arrivato in Italia all’ospedale Spallanzani di Roma. Un lungo viaggio, domani cominceranno le vaccinazioni in tutta Europa. È stato denominato V-Day (Vaccine Day): 5 aerei, 60 veicoli e circa 250 militari trasportano le prime dosi del siero Pfizer lungo il nostro Paese. Nella giornata di Natale oltre 55 mila persone sono state controllate nell’ambito delle verifiche per il rispetto dei divieti introdotti con il decreto del 18 dicembre. Le sanzioni – riferiscono i dati del Viminale – sono state 823, mentre in 7 sono stati i denunciati per aver violato la quarantena. 8.794 attività ed esercizi commerciali sono stati oggetti di verifica: 31 sanzioni e 9 chiusure di negozi per la violazione delle norme in vigore.

LEGGI ANCHE –> Campania, da Londra sei positivi alla variante inglese

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi

bollettino coronavirus oggi
bollettino coronavirus 26 dicembre

Il bollettino di oggi: 10.407 contagi, 261 morti, 9089 guariti. I numeri riguardanti i test effettuati riferiscono di 81.285 tamponi analizzati, il tasso di positività cresce dunque di uno 0,3% (12,8% attuale). Negli ospedali si registra un saldo di -2 terapie intensive nella giornata di oggi e -98 ricoveri.

LEGGI ANCHE –> Covid, si testa un farmaco per dare immunità immediata


Il Premier Giuseppe Conte scrive: “Le prime dosi del vaccino anti-covid sono arrivate a Roma, allo Spallanzani. È un messaggio di fiducia che si irradia in Italia e in Europa. Grazie al ministro Speranza, alla struttura commissariale di Arcuri, alle forze armate e a tutti gli operatori sanitari”.

Cosa fare durante visita amici e parenti

In questi giorni di festività e visite di amici e parenti, una raccomandazione del Ministero della Salute. Apri spesso la finestre in casa per ricambiare l’aria delle stanze: più ricambio di aria, meno rischio di contagio. Il ricambio frequente di aria negli ambienti chiusi, infatti, riduce la probabilità di contagio da COVID-19 e aiuta a renderli più sani.