Juve-Napoli, domani la decisione del Collegio del Coni

Il Collegio di garanzia dello Sport presso il Coni si riunirà nella giornata di domani per decidere in merito al match tra Juve e Napoli.

Juve Napoli
Aurelio De Laurentiis e Andrea Agnelli (Getty Images)

Il Napoli di Gattuso, nei due big match disputati contro Lazio ed Inter, non ha portato a casa neanche un punto. Ma se contro i nerazzurri di Conte la prestazione aveva fatto ben sperare e si poteva recriminare qualcosa sulla prestazione del direttore di gara, contro i biancocelesti qualcosa è andato storto. Una partita spenta, poco combattuta con i giocatori che sembravano stanchi e poco vogliosi anche solo di provarci.

Se il campo, in questa fase, non sorride potrebbero arrivare delle buone notizie sul piano della giustizia sportiva. Nella giornata di domani, infatti, si riunirà il Collegio di garanzia dello Sport presso il Coni per decidere in merito ai fatti accaduti ad ottobre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lazio-Napoli 2-0: Highlights, Voti, Pagelle e Tabellino

Juve-Napoli, domani il Collegio del Coni si riunisce per decidere

Juventus Napoli ricorso
Ronaldo e Koulibaly (Getty Images)

Nella giornata di domani è previsto l’incontro del Collegio di garanzia dello Sport presso il Coni che dovrà decidere in merito ai fatti accaduti ad ottobre. Sotto esame il ricorso del Napoli a seguito della sconfitta a tavolino ed il punto di penalizzazione rimediato a seguito della mancata presenza della squadra allo Juventus Stadium lo scorso 4 ottobre.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 21 dicembre: 10.872 contagiati e 415 morti

Stando a quanto riferisce l’edizione online de Il Mattino, De Laurentiis ha affiancato l’amministrativista Enrico Lubrano al legale di fiducia Grassani. Il presidente del club partenopeo sarebbe sereno in vista dell’imminente decisione. Allo stesso tempo, però, è pronto a rivolgersi presso i tribunali amministrativi quali Tar e Consiglio di Stato per far riconoscere ed accogliere le ragioni della sua società in merito ai fatti dello scorso 4 ottobre.