Bonus idrico, ecco i fondi per acquisti di nuove docce e lavandini

Bonus idrico, 1000 euro per installare nuovi pezzi del wc e rubinetti che consentono un maggiore risparmio energetico

Rubinetto acqua
Getty Images

Bonus di 1000 euro per gli acquisti di nuove docce, rubinetti e tazze del wc per favorire un minore uso di acqua. L’emendamento alla manovra finanziaria 2021 è stato discusso e approvato dalla Commissione Bilancio della Camera.

Per tutto il prossimo anno, fino al 31 dicembre 2021, sarà possibile usufruire del bonus finanziato con un apposito fondo istituito dal Ministero dell’Ambiente. I soldi potranno essere utilizzati per sostituire gli apparecchi del bagno con pezzi più moderni con soffioni che disperdono meno acqua, consentendo anche un notevole risparmio energetico.

Nel complesso, il limite di spesa del “Fondo per il risparmio di risorse idriche” è fissato a 20 milioni di euro. Da quanto si apprende nel bonus è compreso la fornitura e posa in opera di vasi di ceramica che hanno una valore massimo di scarico di 6 litri.

POTREBBE INTERESSRTI ANCHE >>> Solstizio d’inverno, cos’è e qual è l’evento particolare di oggi

Bonus idrico, soldi anche per il filtraggio dell’acqua potabile

Non solo bagno. Tra le spesa da poter sostenere con i 1000 euro c’è anche la possibilità di comprare rubinetti e miscelatori anche per la cucina. Si possono installare anche nuovo soffioni e colonne doccia con portata d’acqua di valore massimo di 9 litri al minuto.

Le novità riguardano anche il filtraggio dell’acqua potabile. È previsto un credito d’imposta per acquistare sistema di filtraggio dell’acqua potabile. In questo caso il tempo per usufruire del bonus è più lungo, dal prossimo 1 gennaio fino al 31 dicembre 2022 e sarà coperto fino al 50% per una spesa massima sempre di 1000 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Meteo, lunedì piovoso nella settimana che porta al Natale

È consentito accedere al bonus anche per chi svolge un’attività professionale. In questo caso il credito d’imposta può arrivare fino a 5000 euro per tutti gli immobili utili per lo svolgimento dell’attività commerciale.