Covid Usa, altro record di nuovi casi: quasi 250mila in 24 ore

Continua l’emergenza Covid-19 negli Usa, con un altro record di casi. Sono ben 249.709 i nuovi positivi in un solo giorno.

Covid Usa
La situazione nel paese statunitense (Getty Images)

Non si arresta l’emergenza Covid-19 negli Usa, infatti il paese americano continua a registrare record di contagi, una situazione di vero disagio, visto l’inizio delle vaccinazioni. Proprio per evitare quanto sta succedendo negli Stati Uniti, il Governo italiano ha deciso di imporre maggiori restrizioni in vista di Natale. Tornando in America, il paese resta il più colpito dal virus, con primato per numero di morti e di casi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> USA, approvato il vaccino Moderna

Nella giornata di ieri i nuovi casi hanno raggiunto un picco di 249.709 unità, a cui si vanno ad aggiungere altri 2.814 decessi riconducibili al virus. A tracciare l’ultimo bollettino, ci ha pensato ancora una volta la John Hopkins University. Stando ai numeri della JHU, dall’inizio dell’emergenza pandemica negli Usa il totale dei casi è di oltre 17,5 milioni ed i decessi superano le 314mila unità. Ma la tendenza potrebbe pen presto cambiare con l’arrivo del nuovo vaccino di Moderna.

Covid Usa, arriva anche il vaccino di Moderna: parte la distribuzione

Covid Usa
Approvato finalmente il farmaco di Moderna (Getty Images)

Dopo la partenza delle vaccinazioni con Pfizer/Biontech, negli Usa è arrivata la svolta con l’arrivo del secondo vaccino, quello di Moderna. Sono diversi i vantaggi del nuovo vaccino, infatti il prodotto di Moderna, rispetto a quello di Pfizer, è facilmente conservabile, visto che mantiene la sua efficacia in normali congelatori, che lo tengono tra i 2 e gli 8 gradi. Inoltre durante la fase 3 non si sarebbero verificate reazioni allergiche a differenza del primo farmaco.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Turchia, incendio in ospedale Covid: cosa è successo

Il vaccino di Moderna potrebbe ben presto arrivare anche in Europa, con la rivisione dell’Ema che avrà il suo responso il prossimo 12 novembre. Non è detto però che a causa dell’emergenza, l’Ema non approvi prima il farmaco. Infatti l’Unione Europea sta aspettando ancora anche sul farmaco di Pfizer, che dovrebbe essere approvato solamente il 27 dicembre. Nei prossimi giorni verranno comunicate ulteriori novità, ma il dato più importante è che ad oggi già sono presenti due vaccini contro il virus.