Coronavirus, Crisanti sul Natale: “Serve una zona rossa in tutta Italia”

Andrea Crisanti, virologo dell’università di Padova, ha rilasciato un’intervista all’Adnkronos Salute sulla situazione Coronavirus a Natale.

Coronavirus Natale
Getty Images

Andrea Crisanti, virologo dell’Università di Padova, ha fatto il punto della situazione che sta affrontando l’Italia in queste ore. Il pericolo di abbassare la guardia in un periodo tanto delicato come le feste di Natale potrebbe portare a conseguenze nefaste. Gli esperti, infatti, chiedono misure stringenti per evitare una terza ondata di contagi.

Ai microfoni dell’Adnkronos Salute ha spiegato che, secondo la sua opinione, la zona rossa può funzionare. “Lo abbiamo visto, in Lombardia ha funzionato. Quello che non ha funzionato sono le zone gialle”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 14 dicembre: 12.030 contagiati e 491 morti

Coronavirus, la situazione per il Natale secondo il dottor Crisanti

Coronavirus Natale Crisanti
Il docente dell’Università di Padova (screen Rai)

Il piano del Governo, fino a qualche giorno fa, era quello di arrivare alla metà di dicembre con tutta l’Italia, o quasi tutta, in zona gialla. Ma, stando a quanto riferisce il virologo, arrivare al periodo di Natale e Capodanno in quella situazione potrebbe rappresentare un vero e proprio problema.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino del 14 dicembre: 1.088 positivi e 30 morti

“Ci vuole un governo che tiri fuori l’autorità che gli è conferita. Guardiamo alla Germania: lì la Merkel non ha avuto esitazioni”, spiega Crisanti rispetto alle tante polemiche createsi in Italia. In Germania, infatti, hanno deciso di optare per il lockdown nel pieno delle feste natalizie per consentire alle strutture ospedaliere di fronteggiare al meglio l’emergenza. E su una possibile terza ondata, il virologo dice che si tratta di “uno scenario purtroppo attendibile”.