Bomba a Casoria, distrutti i negozi della Galleria Marconi

Bomba a Casoria la scorsa notte. Nei video sui social la disperazione dei commercianti alla vigilia della riapertura

Bomba a casoria
Vigili del Fuoco (Foto Facebook)

Un fortissimo boato, sentito anche nei comuni limitrofi e a chilometri. Un ordigno ha sventrato le vetrine e gli ingressi dei negozi della Galleria Commerciale Marconi a Casoria. Urla e paura sono seguite al grande botto poco dopo l’una della scorsa notte. Grande è stata la disperazione dei commercianti, proprietari e gestori dei locali e della attività lì ubicate, ripresi nei video postati sui social.

Immediato l’intervento della polizia e dei Vigili del fuoco che per prima cosa hanno messo in sicurezza l’area. Tra le ipotesi non si esclude nulla e incombe l’ombra del racket, proprio alla vigilia delle riaperture delle attività secondo l’ultimo Dpcm in vista del Natale.

Da quantificare i danni che sembrano ingenti a guardare dai video e dalle foto postate quasi immediatamente dai cittadini che hanno fatto girare la notizia sui social.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morta a 96 anni Lidia Menapace, ex senatrice e partigiana

 

Bomba a Casoria, i precedenti

Non è la prima volta in tempi recenti che purtroppo la città in provincia di Napoli vive episodi del genere. Sempre in via Marconi una bomba deflagrò ad ottobre del 2019, colpendo un negozio di abbigliamento. L’anno prima ancora, nell’agosto 2018, un ordigno fu fatto esplodere davanti a un pub.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto in Toscana, scossa di magnitudo 3,2