Vaccino Covid, Moderna chiede autorizzazione: il titolo vola in borsa

L’azienda americana Moderna ha chiesto l’autorizzazione per il proprio Vaccino anti-Covid. Il titolo della multinazionale vola in borsa.

Vaccino Covid Moderna
L’azienda americana pronta alla commercializzazione (Getty Images)

Giornata di svolta per la corsa al vaccino Covid-19, con Moderna (azienda statunitense) che oggi presenterà la domanda di approvazione al vaccino. La sorpresa più grande è che la domanda di autorizzazione avverrà contemporaneamente sia in Usa che in Europa, rispettivamente alla Food and Drug Administration ed all’Ema. Moderna ha avanzato la domanda subito dopo i risultati sorprendenti della terza fase del vaccino, che ha riportato un’efficacia del 94,1% (100% nella prevenzione dei casi più gravi).

Nella nota pubblicata sul proprio sito, l’azienda dichiara: “Moderna prevede oggi di richiedere un’autorizzazione all’uso di emergenza EUA (Emergency Use Authorization) alla Fda americana (Food and Drug Administration)“. La notizia più entusiasmante per l’Europa arriva nella seconda parte della nota, in cui l’azienda afferma: “Si richiederà un’autorizzazione condizionale all’immissione in commercio con l’Agenzia europea per i farmaci (Ema)“. Andiamo quindi a vedere tutti i dettagli del farmaco statunitense.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Dpcm Natale, Boccia su nuovo decreto: “Coprifuoco anche a Capodanno”

Vaccino Covid, il farmaco di Moderna: efficace al 100% nei casi più gravi

Vaccino Covid Moderna
I dettagli del siero dell’azienda americana (Getty Images)

Dopo la conclusione della Fase  3 di sperimentazione, Moderna ha confermato l’efficacia del suo vaccino contro il Coronavirus. Infatti stando ai dati dell’ultima fase, il siero ha un’efficacia del 100% per quanto riguarda le forme gravi del virus, ossia quelle che portano alla morte. Moderna, come Pfizer, ha utilizzato l’innovativa tecnica del Rna messaggero che porterà l’informazione all’interno del nostro organismo. Inoltre l’azienda dichiara che il vaccino mRNA-1273 continua ad essere ben tollerato, senza problemi di sicurezza.

Secondo l’azienda, per il 17 dicembre è in programma l’incontro decisivo tra FDA e la VRBPAC (commissione che dà il via libera). La notizia ha fatto schizzare il titolo di Moderna in borsa, al 16,35% nel pre-market a Wall Street dopo il deposito della domanda di autorizzazione.

Per Stephane Bancel, amministratore delegato, non c’è dubbio sull’efficacia del farmaco ed inoltre è sicuro che il siero possa invertire l’andamento della pandemia. La novità del farmaco, infatti, è la prevenzione della malattia in forma grave. Così adesso i dati passeranno nelle mani del VRBPAC e se tutto andrà secondo i piani, dal 21 dicembre potrebbe partire la commercializzazione del farmaco.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Guardia di Finanza: 36 controlli tra Napoli e provincia

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !