Trasporti Napoli, domani 4 ore di sciopero: è sempre più caos

Trasporti Napoli, aumentano i disagi con lo sciopero di domani mattina oltre allo stop dopo le 20 e nei giorni festivi

sciopero
Circumvesuviana (foto fb Eav)

Per domani, mercoledì 25 novembre, l’organizzazione sindacale Usb ha proclamato uno sciopero di quattro ore dalle 9 alle 13 dei mezzi dell’Ente Autonomo Volturno che gestisce le linee della Circumvesuviana, Circumflegrea e Cumana. Le ultime corse garantite prima della sospensione del servizio avverranno fino alle 8.50 circa per riprendere dopo le 13.

Già oggi sulle linee della Circumvesuviana, come si legge sul sito internet, ci sono varie corse soppresse a causa delle difficoltà per la mancanze di personale. Solo alcune corse sulla linea Napoli-Sorrento saranno sostituite dai bus. È da tempo che gli utenti delle linee di Napoli e provincia affrontano ogni giorno difficoltà, aumentate con la pandemia.

Sabato scorso il presidente della Eav Umberto De Gregorio in un’intervista a Il Mattino aveva spiegato le ragioni che hanno portato alla sospensione del servizio nei giorni festivi fino al 13 dicembre. Anche nei giorni feriali i treni viaggeranno fino alle 20.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino anti-covid, sondaggio: un italiano su tre non lo farà a gennaio

Sciopero, continua il caos: stop corse nei giorni festivi e dopo le ore 20

Continua il caos trasporti in Campania con le linee della Eav che ogni giorno tra studenti e lavoratori serve migliaia di pendolari da e per Napoli ma mancanza di mezzi, di sicurezza e di personale, ogni giorno molte sono le corse che saltano.

De Gregorio aveva spiegato che le limitazioni imposte dalla zona rossa hanno aggravato la situazione e aveva definito irresponsabili gli scioperi. Il sindacato Orsa in un comunicato ha denunciato delle aggressioni per fortuna solo verbali “determinate sicuramente dalle dichiarazioni che il presidente ha rilasciato sui giornali” con i viaggiatori ormai stanchi di continue corse tagliate.

Ieri ancora un’altra brutta notizia che ha fatto infuriare gli studenti. L’Anm (Azienda Napoletana Mobilità) ha sospeso l’abbonamento annuale gratuito fino alla ripresa delle lezioni. Gli universitari hanno inondato i profili social dell’azienda di commenti critici, sottolineando che anche senza corsi per tirocini o ricerche hanno comunque necessità di spostarsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Campania, abbonamento gratuito per gli studenti: arriva la sospensione