Covid, Sileri: “Il virus non rispetta Natale, nessun passo affrettato”

L’emergenza Covid-19 non si arresta, con il virus che continua a circolare e Sileri che chiede cautela: “Nessun passo affrettato per Natale.

Covid Sileri Natale
Il viceministro della Salute fa il punto della situazione (Getty Images)

Manca poco più di un mese a Natale ed in molti sembrano voler forzare allentamenti per favorire l’economia, ma il Covid-19 continua ad infettare e Pierpaolo Sileri invita alla prudenza. Il viceministro della salute, infatti, ribadisce la linea del governo, pronto ad aspettare la curva in calo prima di allentare le misure di sicurezza. Durante la sua ultima intervista, infatti, il viceministro ha ricordato che il Natale ha una data fissa, ma il virus no.

Per questo motivo, ad oggi, parlare del 24-25 dicembre è impossibile per Sileri, che ha ricordato quante volte ha dovuto festeggiare in ospedale solamente con una fetta di pandoro o panettone. Il viceministro ha quindi rivolto un pensiero a medici ed infermieri che sanno cosa significa non trascorrere le festività in famiglia.

Inoltre Sileri ha ricordato a tutti che era chiaro che per vedere i primi effetti del Dpcm bisognava aspettare prima due settimane. La curva si sta appiattendo e tra altre due settimane, magari, potremo assistere anche ad un calo dei contagi. Infatti il viceministro ha ricordato: “Prima di procedere alle riaperture dovremo avere dei dati ancor migliori rispetto a quelli che vediamo. Dunque questa modalità di stop and go, di chiudere e riaprire, andrà avanti ancora per molto“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, vuole i soldi per la droga e minaccia familiari con le forbici

Covid, Sileri dal Natale al vaccino: “Aspettiamo le certificazioni”

Vaccino Covid
Il farmaco di AstraZeneca efficace al 70% (Getty Images)

Durante la sua intervista, il viceministro della Salute ha cercato di difendere le scelte fatte in Estate, paragonando la situazione italiana con quella degli altri paesi europei. Per Sileri infatti il rigore c’è stato, ma è mancato il rispetto delle regole. Infatti in merito l’esponente del Governo ha affermato che è stato fatto il massimo e molto probabilmente doveva essere inserita qualche restrizione in più.

Poi Sileri ha parlato anche sul vaccino Sars-Cov-2 ricordando che ci si può fidare visto che si parla di aziende che stanno lavorando a diversi tipi di vaccino, con un iter che è più rapido, ma con le stesse regole di sempre. Infatti in merito il viceministro ha affermato che se avrà la possibilità sarà il primo ad assumere il farmaco, visto che è contro chi dice “io aspetterei per farlo.

Infine sempre il viceministro della salute ha ricordato il numero di vaccini in arrivo. Infatti sono in arrivo ben 3,4 milioni di dosi del farmaco di Pfizer, che andranno ad immunizzare circa 1,7 milioni di persone. Una buona notizia nel giorno dell’annuncio dell’efficacia del farmaco di AstraZeneca, il più economico e facile da conservare. Infatti il Governo acquisterà dosi anche del farmaco di Moderna e AstraZeneca.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Dpcm di Natale, quali sono le ipotesi sul tavolo

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !