Vaccino Covid, quando farlo: il parere degli esperti

Grandi passi in avanti per il Vaccino anti-Covid-19. I virologi sarebbero pronti a farlo subito, specialmente dopo i risultati della Fase 3.

Vaccino Covid
I virologi pronti alla somministrazione del vaccino (Getty Images)

Il vaccino contro il Covid-19 è sempre più vicino, con Pfizer e Moderna che già hanno mostrato l’efficacia ed AstraZeneca pronta a dare un’altra buona notizia al mondo intero. Però nelle ultime ore hanno fatto scalpore le dichiarazioni di Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia all’Università di Padova. Infatti Crisanti è uno dei divulgatrori scientifici più attivi durante questa pandemia, con posizioni spesso polemiche.

Ancora una volta Crisanti esce fuori dal coro ed afferma di non volersi somministrare subito il vaccino da Covid-19. Il microbiologo ha infatti ricordato di essere a favore dei vaccini, ma di essere dubbioso sull’efficacia di quei farmaci pronti ad uscire, visto che per un vaccino solitamente ci vogliono 5-8 anni. Le parole di Crisanti hanno sconvolto la comunità scientifica. Infatti in giornata diversi virologi si sono espressi a favore del vaccino, andiamo quindi a sentire le loro parole sull’arrivo del farmaco contro il Covid.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Campania, crolla l’economia: in calo occupazione e turismo

Vaccino Covid, l’opinione degli esperti: da Lopalco a Viola

vaccino Covid
L’opinione dei virologi italiani (Getty Images)

Dopo le dichiarazioni sconcertanti di Crisanti, sono diversi i virologi che hanno preso le distanze. La prima è stata Antonella Viola, immunologa e ordinaria di Patologia generale all’Università di Padova. Infatti sul proprio profilo Facebook, Viola ha comunicato di essere favorevole alla vaccinazione a gennaio, visto che ha studiato in prima persona il farmaco e sa bene come funziona.

Posizione molto simile quella di Pierluigi Lopalco, che ha invitato tutti ad essere attenti alla comunicazione. Il virologo è anch’egli favorevole al vaccino già a gennaio, ricordando di essersi offerto come volontario per la sperimentazione del farmaco. Lopalco è uno degli epidemiologi italiani più esperti, oltre che assessore alla sanità della Regione Puglia.

Infine il direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani, Francesco Vaia, ha dichiarato: “Quando le autorità regolatorie e le pubblicazioni daranno il via libera alla sicurezza e all’efficacia al vaccino anti-Covid io mi vaccinerò“. Inoltre lo stesso Vaia ha ricordato che il vaccino “made in Italy” in collaborazione con Reithera sta andando avanti alla grande, senza risultati avversi e ben presto verranno pubblicati i primi dati.

POTREBBE INTERESSSARTI >>> Vaccino in Italia a gennaio: le ipotesi di patentino e obbligatorietà

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !