Zona rossa, incontro sui parametri: oggi vertice governo-Regioni

Zona rossa, i governatori hanno proposto di portare da 21 a 5 i punti da valutare per la determinazione del colore dei territori

zona rossa
Il ministro Francesco Boccia (foto pagina Facebook)

Il Dpcm che ha introdotto la divisione dell’Italia in zone gialle, arancioni e verde è del 4 novembre e da allora le Regioni non sono tutte d’accordo sui criteri in base ai quali viene stabilito il “colore”. Sono 21 i parametri che si tengono in considerazione, stilati dal Ministero della Salute con il Comitato Tecnico Scientifico.

Oggi alle 16.00 c’è l’atteso incontro in videoconferenza tra le Regioni e il governo. Per l’esecutivo oltre al Ministero per i rapporti regionali Francesco Boccia parteciperà anche il titolare della Salute Roberto Speranza e il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro.

Per domani, al di là di come andrà l’incontro di oggi, è comunque in programma la Conferenza delle Regioni. I governatori hanno le idee chiare: ieri hanno chiesto la modifica dei 21 parametri, portandoli a 5.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Dpcm 3 dicembre: allo studio riaperture per Natale

Zona rossa, incontro sui parametri: quali sono i cinque richiesti dalle Regioni

Semplificare le modalità per stabilire in quale fascia deve entrare una regione e soprattutto farlo capire più facilmente all’opinione pubblica. Così spiega il governatore Veneto Luca Zaia i motivi che hanno spinto le regioni ad abbassare a 5 i parametri, sintetizzando i 21 ora in vigore.

Per le Regioni bisogna solo valutare: La percentuale di tamponi positivi, inclusi i test rapidi ora esclusi; il calcolo dell’Rt; la percentuale di occupazione dei posti letto in terapia intensiva; la percentuale di occupazione dei posti letto in Area Medica Covid, quindi non solo quelli in terapia intensiva; tipologia e numero di figure professionali e tempo/persona dedicate in ciascun servizio territoriale, in pratica la capacità di contact tracing.

“Tutti dicono che la questione algoritmo è una cosa poco trasparente”, ha detto Marco Marsilio, governatore dell’Abruzzo, ultima entrata in zona rossa. Algoritmo che nessuna sa spiegare, ha aggiunto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Conte annuncia nuove misure di sostegno: “Siamo già a lavoro”