Uragano Iota in America centrale: confermati almeno 28 morti

L’uragano Iota colpisce l’America centrale. Il conto dei morti confermati sale a 28: diciotto vittime hanno perso la vita in Nicaragua, tra loro sette bambini.

uragano america
Gli effetti dell’uragano Iota (Getty Images)

I danni causati dall’uragano Iota, abbattutosi sull’America centrale, sono difficili da quantificare. Il conto dei morti confermati sale almeno a 28, come riferisce l’Ansa. Nella serata di ieri le autorità del Nicaragua hanno reso noto un nuovo bilancio, tanto tragico quanto provvisorio: 18 vittime a causa di frane e inondazioni, tra questi c’erano anche sette bambini. In sei sono morti in Honduras, uno a Panama, un altro a El Salvador e altre due in un arcipelago caraibico colombiano.

LEGGI ANCHE –> Perù, Sagasti è il nuovo presidente del Congresso

L’uragano Iota in America centrale: almeno 28 morti

uragano america
Gli effetti dell’uragano Iota (Getty Images)

Iota è stato adesso declassato a tempesta tropicale, ma sono decine di migliaia le persone ancora isolate, senza acqua potabile né elettricità. La BBC riferisce di almeno 30 morti: questo è stato l’uragano atlantico più forte dell’anno! Venti di 257 km/h hanno colpito aree come il Nicaragua ed i paesi vicini che si stanno ancora riprendendo da Eta, un grande uragano che ha imperversato due settimane fa.


Centinaia di migliaia di persone si sono trasferite in rifugi nella regione. L’uragano rimane significativo, ma si è indebolito in termini di forza del vento fino a 170 km/h. Iota continuerà a indebolirsi man mano che si sposterà nell’entroterra. Questo è l’uragano atlantico più forte dell’anno e solo il secondo uragano di novembre a raggiungere la categoria cinque – l’ultimo è stato nel 1932. Di seguito alcuni scatti dell’agenzia AFP.

LEGGI ANCHE –> Il tablet sospeso: iniziativa solidale per la didattica a distanza