Roma, arrestato 16enne dopo aver accoltellato il padre: l’episodio

Sedicenne arrestato a Roma dopo aver accoltelalto il padre. Il ragazzo ha provato a difendere la madre durante una lite.

Roma arrestato
I carabinieri arrestano un 16enne nella Capitale (Getty Images)

Operazione dei carabinieri a Roma che hanno arrestato un 16enne dopo. Infatti dopo aver assistito all’ennesima lite familiare, il ragazzo ha preso le parti della madre, decidendo di accoltellare il padre. A correre in soccorso del genitore accoltellato ci hanno pensato i carabinieri del comando di Anzio, che hanno fatto irruzione nella casa di Ardea, nella provincia romana.

Un episodio dettato dall’istinto visto che il sedicenne, il più grande dei fratelli, è incensurato. Il ragazzo infatti è intervenuto impugnando un coltello da cucina e sferrando due fendenti all’addome del padre, muratore romeno di 37 anni con alcuni precedenti penali. L’uomo colpito si è accasciato a terra dolorante. Allertati i soccorsi, un’ambulanza è intervenuta nell’abitazione, trasportando il 37enne in ospedale con il codice rosso.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, è il turno di Oxford: oggi la pubblicazione dei risultati

Roma, arrestato 16enne: l’aggressione al padre

Roma arrestato
I Carabinieri di Anzio arrestano il ragazzo di 16 anni (Pixabay)

Dopo l’intervento dell’Ambulanza, i sanitari hanno trasportato il 37enne dolorante nell’Ospedale Riuniti di Anzio-Nettuno, dove i medici lo hanno subito soccorso all’intervento chirurgico d’urgenza per l’asportazione della milza. Inoltre al momento l’uomo è ricoverato in prognosi riservata. Allo stesso tempo, insieme ai soccorsi sono intervenuti i carabinieri di Ardea e una pattuglia della Stazione di Marina Tor San Lorenzo che effetuando il sopralluogo, hanno ricostruito la scena.

Secondo i vigili, il 16enne nel tentativo di difendere la madre è stato scaraventato contro la porta di vetro, cadenendo e frantumandola. Così il giovane su è rialzato, impugnando il fendente e scaraventandolo nell’addomne del padre. Al termine degli accertamenti i carabinieri hanno ascoltato il minore che ha riportato la situazione di disagio vissuta in famiglia. Così dopoa ver denunciato per la prima volta le violenze che avvenivano in casa, i carabinieri hanno deciso di accompagnere il 16enne nel centro di prima accoglienza di Roma, dove dovrà rispondere all’accusa di tentato omicidio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Botti illegali a Napoli, i finanzieri arrestano 4 persone in provincia

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !