Covid, de Magistris distende i toni: “Con De Luca nessuna diatriba”

Torna a parlare il sindaco Luigi De Magistris, sull’emergenza Covid. Il primo cittadino distende i toni e nega la diatriba con De Luca.

Covid De Magistris
Luigi De Magistris, sindaco di Napoli (Getty Images)

La situazione Covid in Campania ha provocato non poche scintille, non solo tra il popolo, ma soprattutto tra le figure istituzionali. Infatti nell’ultimo mese abbiamo visto diversi scontri verbali soprattutto tra il sindaco Luigi De Magistris ed il governatore della Campania Vincenzo De Luca. Sono diversi i battibecchi, dalle uscite in televisione del sindaco alle conferenze del venerdì del governatore, una situazione che ha finito di stufare anche i cittadini.

Nonostante le diverse frecciatine, Luigi De Magistris decide di distendere i toni, riprendendo le parole di Sergio Mattarella. Infatti il sindaco ha condiviso le parole del Presidente della Repubblica che ha affermato: “In un passaggio ha detto che unità non significa che non ci siano posizioni divergenti o critiche, purché l’unità nazionale l’obiettivo sia comune“.

Infatti De Magistris, nonostante abbia smentito ogni diatriba, ha ricordato che difendendo il suo pensiero libero sono uscite diverse cose gravi della regione Campania. Inoltre il primo cittadino ha sorvolato anche sull’insulto diretto a lui, a Roberto Saviano ed all’intero Governo, affermando che bisogna porgere l’altra guancia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Campania, i medici denunciano: “Costretti a scegliere chi curare”

Covid, De Magistris denuncia: “A Napoli situazione sanitaria grave da qualche mese”

Covid De Magistris
Il sindaco sulla situazione pandemica a Napoli (Getty Images)

Inoltre il sindaco Luigi De Magistris, durante la sua intervista, ha denunciato la situazione pandemica nel capoluogo campano. Infatti il primo cittadino ha ricordato che la situazione a Napoli è grave da un mese e mezzo. In merito, il primo cittadino ha affermato che gli ospedali sono sotto pressione, con carenze di ambulanze, ossigeno, tamponi, il numero di medici e infermieri, l’organizzazione della medicina territoriale.

Luigi De Magistris ha affermato che non solo la situazione è grave, ma non si ha nemmeno più il tracciamento e ci si è organizzati male dopo il lockdown. Inoltre per il sindaco la situazione sociale ed economica della città è molto sottovalutata dal Governo. Infine il primo cittadino ha ricordato che Napoli è come un termometro ed ha anticiapato alcune cose al panorama italiano.

Inoltre De Magistris ha proposto al Governo di mettere liquidità nelle casse dei comuni e responsabilizzare i sindaci a portare questi soldi nelle tasche degli italiani. L’obiettivo, infatti, è mettere soldi nelle tasche di chi è rimasto senza reddito o senza cassa integrazione, ricordando che non serve a niente il blocco dei licenziamenti per chi fa lavori di giornata.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Sanità Calabria, Conte: “Mi assumo le responsabilità”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !