Usa, Nevada: matrimonio gay inserito in Costituzione

Usa, il Nevada fa la storia ed è il primo Stato che inserisce il matrimonio gay nella propria Carta fondamentale dopo un referendum

Nevada
Getty Images

In vari Stati a stelle e strisce il matrimonio tra persone dello stesso sesso è consentito da anni e dal 2015 in tutti gli Stati, ma nessuno ha mai inserito nella propria Costituzione questo diritto come ha fatto il Nevada dopo il referendum sul “Marriage regardless of gender amendment”. Il 62% degli elettori si è espresso a favore, contrario il 38%.

Una decisione importante presa direttamente dagli elettori, la democrazia diretta senza rappresentati. Proprio questo punto viene sottolineato da Chris Davin, presidente di Equality Nevada che alla Bbc News ha dichiarato che questa decisione non è stata presa né dai giudici né dai rappresentanti eletti.

Il referendum si è tenuto il 3 novembre, giorno delle elezioni del presidente. In vari Stati, infatti, quel giorno i cittadini sono stati chiamati ad esprimersi non solo sul candidato presidente ma su vari quesiti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Trump ritira le truppe da Afghanistan e Iraq

Matrimoni gay in Nevada ma c’è il rischio della Corte Suprema

Il referendum ha abrogato una legge di 18 anni fa. Nel 2002, infatti, lo Stato approvò un provvedimento che definiva il matrimonio l’unione di un uomo con una donna. Ma non era passato molto tempo e solo sette anni dopo l’unione civili divenne legge.

Nel 2015 la Corte Suprema aveva riconosciuto i matrimoni di persone dello stesso sesso in tutti gli Stati Uniti. Ma nessuno ha mai inserito nella propria Costituzione un provvedimento del genera. Ma chi vuole esultare per la vittoria referendaria deve attendere. C’è il rischio, infatti, che la Nuova Corte Suprema, a maggioranza conservatrice, possa mettersi di traverso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Perù, Sagasti è il nuovo presidente del Congresso