Trump ritira le truppe da Afghanistan e Iraq

Stati Uniti, Donald Trump ordina il ritiro di altre truppe da Afghanistan e Iraq prima della fine del suo mandato (il 20 gennaio).

Trump

Donald Trump ha perso le ultime elezioni presidenziali contro il candidato democratico Joe Biden. Il tycoon sarà il presidente degli Stati Uniti d’America ancora fino al 20 gennaio, poi lascerà la Casa Bianca. La CNN – citando fonti del Pentagono – riferisce che il presidente si appresta a ordinare questa settimana il ritiro di altre truppe da Afghanistan e Iraq.

Il Pentagono ha emesso un avviso ai comandanti noto come “ordine di avvertimento” (‘warning order’) per iniziare a pianificare di ridurre il numero di truppe rispettivamente fino a 2.500 e 2.500 soldati in queste due aree interessate ad operazioni militari. Attualmente ci sono circa 4.500 soldati americani in Afghanistan e 3.000 soldati in Iraq. Fonti governative suggeriscono anche che Trump potrebbe non riuscire a mantenere una delle sue principali promesse di ritirare tutte le truppe statunitensi dall’Afghanistan prima di lasciare l’incarico.

LEGGI ANCHE –> Usa, Trump al veleno: “Il tempo dirà chi ha vinto le elezioni”

Trump ritira le truppe da Afghanistan e Iraq

Trump

Oggi pomeriggio (14.51 ora italiana) Trump scrive ancora su Twitter: “Io ho vinto le elezioni!”. E ancora ha denunciato i brogli elettorali in Georgia, insistendo che “i Democratici di Sinistra Radicale, lavorando con il loro partner, i Fake News Media, stanno cercando di rubare queste elezioni”.

LEGGI ANCHE –> Gino Strada smentisce: “Nessun incarico dal Governo italiano”

Il suo rivale Joe Biden, presidente eletto, oggi si è concentrato sulla notizia del vaccino dell’americana biotech Moderna: “La notizia di oggi di un secondo vaccino è un’ulteriore ragione per sperare. Ciò che era vero con il primo vaccino rimane vero con il secondo: mancano ancora mesi. Fino ad allora, gli americani devono continuare a praticare il distanziamento sociale e indossare la maschera per tenere sotto controllo il virus.

Ancora una volta, mi congratulo con le donne e gli uomini brillanti che hanno prodotto questa svolta e ci hanno portato un passo avanti verso la sconfitta di questo virus. Sono anche grato per i lavoratori in prima linea che stanno ancora affrontando il virus tutto il giorno”.

LEGGI ANCHE –> Covid, annunciata accelerazione per vaccino Moderna