Paolo Gentiloni: “Debito italiano non potrà essere cancellato”

Paolo Gentiloni, il Commissario Ue interviene a Futura 2020. Per David Sassoli la cancellazione è invece una “ipotesi interessante”

Gentiloni
Getty Images

Debito sì, debito no. Argomento delicato per i governanti europei divisi sempre più tra i paesi virtuosi del Nord con Germania, Olanda e Austria in testa, e quelli del Sud “spendaccioni” come Italia, Grecia e Spagna. Il tema si è ovviamente riacceso in primavera con la crisi causa Covid e negli ultimi giorni due italiani con cariche importanti in Europa hanno riaperto la discussione.

In un’intervista a Repubblica David Sassoli, il presidente del Parlamento Europeo, ha rilanciato il Recovery Fund così da creare il debito pubblico comune per tutti gli Stati, idea ovviamente fortemente osteggiata dai paesi che hanno un basso debito pubblico. Per Sassoli anche il Mes va rivisto, per liberarlo dalle “logiche dei governi” perché com’è fatto ora vince chi è più forte e definisce “ipotesi interessante” la cancellazione del debito per Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Etiopia, forze Tigray colpiscono l’Eritrea: bombe sulla capitale

Paolo Gentiloni: “Lavoriamo alla modifica delle regole”

Proprio sull’ultimo punto frena gli entusiasmi il Commissario europeo dell’Economia, l’ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. In collegamento con l’evento della CGIL Futura 2020 ha detto che “il debito non può essere cancellato”. Le regole vanno riviste ma la questione resta. Nei prossimi mesi il lavoro del Commissario riguarderà molto la revisione del Patto di Stabilità perché le crisi economica causata dalla pandemia ha rimesso tutto in discussione.

“Servono le ratifiche dei Parlamenti, piani nazionali coerenti e orientati al futuro” per poter lavorare a riforme istituzionali per quella che chiama la Next Generation Ue. Tra le modifiche la discussione sull’indebitamento comune ci sarà certamente ma sarà una delle più dure, la più difficile da portare avanti perché l’Unione Europea mette in discussione tutto ciò che è stato finora.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cina, mega accordo commerciale: firmano 14 paesi