Stefano D’Orazio muore a 72 anni, i Pooh: “Ci lascia un fratello”

Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh, è morto all’età di 72 anni. Lo hanno annunciato gli amici e colleghi del gruppo.

Stefano D'Orazio Pooh
Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh, è morto all’età di 72 anni (Getty Images)

Stefano D’Orazio ci lascia all’età di 72 anni. Lo storico componente dei Pooh che ha suonato batteria, voce e flauto traverso per la band si è spendo dopo un ricovero in ospedale. Era entrato a far parte del gruppo nel lontano 1971, in seguito all’uscita di Valerio Negrini. Ci è rimasto fino al 2009.

Gli amici e colleghi ne hanno annunciato la morte. Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Riccardo Fogli hanno condiviso sui social il dolore per la perdita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maradona resta sotto controllo. Il medico: “Forse ha astinenza da farmaci”

I Pooh annunciano la scomparsa di Stefano D’Orazio

Stefano D'Orazio Pooh
Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh, è morto all’età di 72 anni (Getty Images)

“STEFANO CI HA LASCIATO”, scrive Roby Facchinetti sul proprio profilo Twitter. È solo l’inizio di un post molto toccante in memoria dell’amico e collega scomparso nella notte.

“Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso – si legge – una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa”.

Facchinetti conclude il post con l’ultimo saluto all’amico e, inoltre, cita i colleghi che si sono uniti nel dolore della sua scomparsa. “Ciao Stefano, nostro amico per sempre… Roby, Red, Dodi, Riccardo”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino di 6 novembre: 4.508 contagi