Coronavirus, niente calcetto e feste private: le ipotesi del nuovo Cpcm

Coronavirus, il nuovo Dpmc potrebbe essere anticipato da mercoledì a domani. Speranza: “Sistema sanitario la cosa più importante che abbiamo”

coronavirus
Il ministro della Salute, Roberto Speranza (Getty Images)

Mercoledì sera dovrebbe arriva il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri ma visti i numeri dei contagi non è escluso che possa essere anticipato di quarantott’ore, varandolo già lunedì sera.

È quanto è emerso dalla riunione con i capi delegazione che si è tenuta ieri. Al vaglio, secondo l’Ansa, ci sono due ipotesi: stop agli sport di contatto come il calcetto e alle feste private. Dovrebbero essere ancora consentite le cerimonie ma con un limite massimo di trenta persone ai tavoli.

L’ipotesi di fermare le feste in casa è dovuta al fatto che molti contagi avvengono in famiglia e occasioni del genere sono una grande opportunità per il virus di diffondersi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, bollettino 10 ottobre: 5724 contagi e 29 morti

Coronavirus: oggi riunione d’urgenza Cts

Domenica di lavoro oggi per il Comitato Tecnico Scientifico che terrà una riunione d’urgenza con il ministro della Salute Roberto Speranza. Si discuterà dell’impennata di contagi registrata per tutta la settimana. Ieri i dati erano ancora in aumento rispetto all’altro ieri: 5724 contro i 5372 di venerdì con la Lombardia che ha raggiunto quota 1100.

Ieri Speranza – in un video per l’incontro che si è tenuto a Catania sulla Sanità post-Covid –  ha dichiarato che non siamo ancora fuori dalla fase difficile e che le misure di prevenzione servono proprio per poter ripartire con determinazione. Il ministro ha parlato anche del sistema sanitario che secondo lui negli anni è stato vittima di troppi tagli. Il virus ora ha mostrato che è la cosa più importante che abbiamo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, bollettino 10 ottobre: calano i contagi, 2 morti