UFFICIALE – Rrahmani non è positivo al Coronavirus: negativi tutti i tamponi. La nota del Napoli

Nel nuovo giro di tamponi effettuati dal Napoli arriva una buona notizia per gli azzurri: Rrahmani non ha contratto il Coronavirus.

Rrahmani coronavirus
Amir Rrahmani con la maglia del Napoli (Profilo Instagram Amir Rrahmani)

Un nuovo giro di tamponi. Questa volta, dopo Zielinski ed Elmas, non c’è alcun nuovo positivo.

Dopo il gran parlare e le polemiche sorte in merito al match non disputato contro la Juventus, il Napoli scopre un altro calciatore positivo. Domenica a Torino, quindi, sarebbe potuto accadere quanto già successo la settimana scorsa al San Paolo. La probabile reazione a catena che si sarebbe creata, avrebbe potuto compromettere non solo l’intero campionato di Serie A, ma anche il cammino delle Nazionali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juve-Napoli, l’avvocato Grassani: “Gli azzurri hanno rispettato il protocollo, vi spiego”

Rrahmani non è positivo al Coronavirus

Juve Napoli
Pallone della Serie A (Getty Images)

Stando a quanto riferisce ilNapolista, dal nuovo giro di tamponi effettuato in casa Napoli c’è una nuova positività. Il difensore, arrivato in estate dall’Hellas Verona, sarebbe il terzo calciatore contagiato del club partenopeo. Si attende, intanto, una conferma della società attraverso i propri canali ufficiali.

Aggiornamento 16.45 – Il Napoli smentisce la positività di Rrahmani: gli ultimi due tamponi in lavorazione sono risultati negativi al Covid-19.

Nel pomeriggio, intanto, ha rilasciato un’intervista il legale del club, Mattia Grassani. L’avvocato ha ribadito che il Napoli non ha violato il protocollo e che ha agito secondo quanto sancito dall’accordo tra le squadre e la Lega. Ora, quindi, si attende il verdetto del Giudice Sportivo in merito alla vittoria a tavolino della Juventus. Se l’esito fosse sfavorevole, il club di De Laurentiis procederebbe per vie legali chiedendo il ricorso.

Nelle prossime ore, quindi, si potrà avere un quadro più chiaro di quanto accaduto nel weekend infuocato che ha preceduto il big match di Serie A non disputato a Torino.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, positivo il presidente Lega Calcio Dal Pino