Decreto sicurezza ed immigrazione: tutte le novità introdotte. Salvini promette battaglia

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera all’approvazione del decreto sicurezza ed immigrazione. Le novità e la reazione di Salvini.

Decreto sicurezza
Migranti in mare (Getty Images)

Il Consiglio dei Ministri, quest’oggi, ha approvato la bozza del testo del nuovo decreto sulla sicurezza e sull’immigrazione. Le norme introdotte andranno a limitare quelle decise da Salvini nel corso della sua permanenza agli Interni.

In particolare, vengono abolite le sanzioni amministrative introdotte in precedenza per il soccorso in mare. Non si applicherà la disciplina del divieto nei casi in cui avvenga la comunicazione al centro di coordinamento ed allo Stato di bandiera. Dovranno, inoltre, essere rispettate le indicazioni delle autorità competenti per ricerca e il soccorso in mare.

Nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri, inoltre, si legge che i permessi di soggiorno si aggiungono altre categorie convertibili. Nel caso specifico: “protezione speciale, calamità, residenza elettiva, acquisto della cittadinanza o dello stato di apolide, attività sportiva, lavoro di tipo artistico, motivi religiosi e assistenza ai minori“. Stando a quanto riferisce l’ANSA, si inaspriscono le pene per gli individui coinvolti nelle risse: si tratterà della “Norma Willy”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Speranza: “Stiamo reagendo bene ma ancora non siamo fuori”

Decreto sicurezza ed immigrazione, la reazione di Salvini

Decreto sicurezza
Matteo Salvini (Foto: Facebook)

Matteo Salvini, leader della Lega ed ex Ministro degli Interni, non ha gradito questa decisione del Consiglio dei Ministri ed ha promesso una raccolta firme. Secondo la sua idea, infatti, con queste nuove misure i porti saranno di nuovo aperti agli scafisti. Su Twitter, inoltre, ha definito il testo “decreto clandestini”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Napoli, chiuso il liceo classico Umberto I: contagio tra gli studenti