Caserta, muore il vescovo Giovanni d’Alise: aveva il Coronavirus

Lutto cittadino a Caserta con la morte del vescovo Giovanni d’Alise. Il vescovo casertano aveva contratto il Coronavirus nei giorni scorsi.

Caserta Vescovo
Lutto nella città casertana, muore Giovanni d’Alise (via WebSource)

Mattina triste per Caserta che piange la scomparsa del vescovo Giovanni d’Alise. La scorsa settimana, infatti, il monsignore era risultato positivo al Coronavirus, con successivo ricovero il 30 settembre. Le sue condizioni, però, sono peggiorate velocemente, anche a causa dell’età di D’Alise. Infatti il vescovo aveva 72 anni ed in questi mesi di crisi sanitaria abbiamo visto come il virus sia più aggressivo nei confronti delle persone anziane.

D’Alise era una figura amatissima nel casertano e la sua scomparsa segna u gran dolore per tutta la comunità. Il prelato aveva accusato dapprima i sintomi del Covid-19, come febbre alta e dolori muscolari. Recatosi in ospedale si è sottoposto ad un tampone rapido, risultato purtoppo positivo. Inizialmente le sue condizioni non erano gravi, ma poi con molte probabilità, la sua pregressa situazione di salute ha contribuito ad aggravare il quadro clinico.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus Campania, il bollettino del 3 ottobre: 401 nuovi contagi

Caserta, muore il vescovo D’Alise: la testimonianza dell’ospedale casertano

Caserta vescovo
Si spegne a 72 anni il monisgnore casertano (WebSource)

Dopo aver effettuato il tampone, così, D’Alise ha visto peggiorare velocemente il suo quadro clinico. Dopo il ricovero del 30 settembre non c’è stato niente da fare, con il vescovo che questa mattina ha perso la vita. Secondo i medici dell’azienda ospedaliera sanitaria casertana, il quadro clinico d monsignor D’Aliese era aggravato da insufficienza renale, diabete mellito, cardiopatia ipertensiva e dislipidemia.

Inoltre la stessa azienda ha poi comunicato che sono stati eseguiti tutti i protocolli terapeutici previsti per la malattia. Inoltre, i medici hanno somministrato anche il farmaco contro il Covid-19, il famoso Remdesivir che purtoppo non ha avuto l’effetto sperato. Dopo aver stabilizzato le condizioni cliniche del paziente, alle 6 di questa mattina c’è stato l’arresto cardiaco risultato fatale. Il monsignore, infatti, ha poi perso la vita mezz’ora più tardi.

Il monsignor Giovanni D’Alise si è così spento a 72 anni. Solamente nel 2004 era riuscito ad ottenere l’ordine di Vescovo, mentre era alla guida della Diocesi di Caserta dal 18 maggio 2014, sostituendo monsignor Pietro Farina, deceduto durante il mandato vescovile.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Sardegna, Seui proroga il lockdown: chiusura fino al 7 ottobre

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !