Coronavirus, Lazio: a breve ordinanza obbligo mascherine all’aperto

Coronavirus, il governatore del Lazio Zingaretti si accinge a firmare l’ordinanza. Lo dice l’assessore alla Sanità D’Amato

Coronavirus Lazio
Zingaretti (Getty Images)

Presto nel Lazio sarà obbligatorio usare la mascherina anche all’aperto, in qualsiasi orario. Lo ha detto poco fa l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato nel corso della conferenza stampa all’Istituto Spallanzani di Roma.

Nicola Zingaretti è quindi prossimo a firmare l’ordinanza che non riguarderà due categorie di persone, i minori di sei anni e chi ha patologie incompatibili con l’uso del dispositivo di protezione.

Sulla stessa falsariga delle ordinanze già firmate in Campania, Calabria, Sardegna e alcune città come Foggia e Genova, potranno non usare la mascherina i cittadini impegnati in attività motorie che dovranno comunque mantenere la distanza interpersonale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ladispoli, non li invita alla festa e viene picchiato: perde l’occhio

Coronavirus, Lazio: quali sono i dati dei contagi

Secondo l’ultimo bollettino di ieri in regione i nuovi casi positivi sono 265 (di cui 151 solo a Roma) su 11mila tamponi effettuati. 5 i decessi registrati e 65 i guariti. Solo nello Spallanzani sono 137 i pazienti ora ricoverati per Covid.

Ieri è arrivata anche la conferma dal direttore sanitario dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, Massimiliano Rapoli, che da lunedì cominceranno i test per i bambini 0-6 anni di età con due ambulatori: uno presso l’ospedale San Paolo (dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 18), l’altro presso il presidio Palidoro aperto tutti i giorni con gli stessi orari.

Lunedì cominceranno anche i test salivari presso alcune scuole della regione. Proprio in una scuola della capitale, il liceo Bertrand Russell, sono diciassette gli studenti positivi distribuiti in due diverse classi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino dell’1 ottobre: oltre 2500 casi registrati

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cefalù, intossicazione botulino: i casi salgono a ventotto