Pavia, in coma a 14 mesi: trovate tracce di marijuana nelle urine

A Pavia una bimba di 14 mesi è in coma. In seguito a delle analisi, sono state ritrovate tracce di marijuana nelle urine della bambina.

Pavia coma
In coma un bimbo di 14 mesi nel pavese (Getty Images)

Ricoverata e successivamente in coma, è la vicenda che ha coinvolto una bimba di appena 14 mesi a Pavia. La piccola bambina, dopo essersi sentita male, è stata trasportata d’urgenza al Policlinico San Matteo del pavese. A riportare la notizia, ci ha pensato il giornale locale “La provincia Pavese“.

Subito dopo aver portato la bimba in ospedale, sono state avvisate le forze dell’ordine. Infatti i sanitori che hanno soccorso la bimba, hanno rinvenuto delle tracce di cannabis nelle urine. Dopo la scoperta, così si è deciso di avvisare i carabinieri, ceh successivamente hanno proseguito all’indagine. Andiamo quindi a vedere la ricostruzione di quanto accaduto secondo le testimonianze di forze dell’ordine ed operatori del 118.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Stazione metro di Salvator Rosa, cadono calcinacci: i danni

Pavia, bimba di 14 mesi in coma: l’indagine delle forze dell’ordine

Pavia coma
L’indagine dei Carabinieri giunti sul posto (WebSource)

I primi a testimoniare su quanto accaduto, sono proprio i genitori della bimba di 14 mesi. Interrogati dalla polizia, i genitori della piccola hanno affermato che da giorni la figlia non stava molto bene. Successivamente, i genitori della piccola hanno visto la propria bimba cadere lentamente in un sonno profondo, decidendo di portarla urgentemente in ospedale.

Residenti in Lomelina, i due genitori hanno portato la bimba al reparto di pediatria del San Matteo, di Pavia. Arrivata in ospedale la bimba era già in coma, ma il pronto intervento dei sanitari ha permesso alla piccola bambina di riprendersi.

Al momento è ancora aperta l’inchiesta delle forze dell’ordine contro i genitori, per accertare le responsabilità dei due. Secondo quanto riportato dai carabinieri, l’ipotesi più accreditata è che la bimba abbia raccolto una piccola quantità di cannabis lasciata dai genitori sul tavolo o caduta per terra, ingerendola successivamente.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus, acqua ossigenata contro il contagio: lo studio napoletano

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !